fbpx

Grande partecipazione al concorso del Comune per la Giornata Internazionale della Terra. Ecco i vincitori

ieri sera, in diretta sulla web-radio social CassanOnAir, la premiazione dei vincitori del concorso indetto dal Comune di Cassano delle Murge presso le scuole cassanesi per la Giornata Internazionale della Terra

Nonostante i tempi stretti, il concorso lanciato dal Comune di Cassano delle Murge presso le scuole cassanesi per celebrare la Giornata Internazionale della Terra si è rivelato un «successo inaspettato».

Dal 24 aprile la pagina Facebook del Comune è stata “colorata” da video, disegni e composizioni degli alunni cassanesi che hanno aderito all’iniziativa, con il supporto delle famiglie e degli insegnanti, per celebrare a loro modo il pianeta su cui viviamo.

I lavori, scrivono dal Comune «hanno impegnato davvero tutti a riflettere su quanto, ora più che mai, sia importante tornare alle origini, perché esse sono le nostre radici che ci permettono di crescere e volare verso orizzonti in piena armonia con il Creato. Lavori di spessore artistico e culturale in grado di fare emergere il bello dell’umanità e scovare la vera essenza dell’uomo: rendersi tutt’uno con il Pianeta più bello del Sistema solare».

Nelle giornate del 25 e 26 aprile, poi, gli utenti del social network hanno avuto la possibilità di votare i propri elaborati preferiti con un “like”. I lavori più votati sono stati annunciati ieri, in diretta streaming sulla web-radio social CassanOnAir, e riceveranno in premio una piantina messa in palio dal Comune.

Ecco i vincitori:

«Abbiamo voluto realizzare questo piccolo evento per riflettere con i nostri ragazzi su quello che significa amare la Terra», ha spiegato la sindaca Maria Pia Di Medio, che ha aperto la diretta su CassanOnAir.

L’evento è stato realizzato in collaborazione con il Centro di Educazione Ambientale Comunale “Solinio”, con l’Assessorato all’Agricoltura guidato da Carmelo Briano e con la consigliera Francesca Marsico, presidente della Seconda Commissione Consiliare Permanente, che ha sottolineato come «mai come in questo momento abbiamo bisogno di ristabilire la connessione tra umanità e ambiente, natura e Terra» prima di complimentarsi con tutti i partecipanti all’iniziativa e di annunciare i vincitori del concorso.

I ragazzi dell’IISS “Leonardo da Vinci” hanno partecipato con componimenti poetici che, per il dirigente scolastico Claudio Crapis, «traggono spunto dalla bellezza abbagliante di questa primavera e che si concludono con appelli alla sensibilità. È positivo tutto ciò che ci aiuta a riflettere perché ci permette di avere cittadini più formati e sensibili nella quotidianità ma anche più attenti a controllare i propri rappresentanti».

Numerosa è stata la partecipazione gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo”: «sono felice che abbiano partecipato tanti bambini e ragazzi – ha ammesso la dirigente Ippolita Lazazzera – che hanno dimostrato attenzione e voglia di partecipare e dare il proprio contributo anche in questo momento di difficoltà. La riflessione sull’ambiente deve essere al centro delle nostre priorità».

Angela Servodio, presidente dell’associazione “Insieme” ha proposto che per i prossimi anni si invitino i bambini a riflessioni più concrete: «non limitiamoci a disegni e video, ma facciamo in modo che realizzino riprese di quello che concretamente facciamo per salvare la nostra Terra: a volta, specie per i più piccoli, la Terra resta un qualcosa di astratto, ma è un pezzettino che viene affidato a ciascuno di noi e noi dobbiamo renderla sorridente proprio come in quei disegni».

L’esempio deve arrivare dagli adulti come ha affermato Susanna Angilecchia, presidente della “Casa del fanciullo”:  «è giusto che i bambini imparino da noi il vero significato del rispetto della terra ed è per questo che eventi come la Giornata Internazionale della Terra ci aiutano a spiegare ai nostri piccoli cosa vuol dire il rispetto per quello che ci circonda».

La premiazione si è conclusa con l’intervento di Lucia Dipalo del CEAC “Solinio” che ha invitato a pensare al “dopo” in riferimento all’emergenza sanitaria, perché poi non dovremo dimenticarci dell’ambiente e della natura: «dobbiamo far sì che si continui ad accudire l’ambiente, dobbiamo percepirlo come una questione vitale».

Per le restrizioni a cui siamo tutti sottoposti, le piantine non potranno essere consegnate direttamente ai vincitori, ma sarà possibile ritirarle presso il Comune prendendo appuntamento con una mail a cassanoperlascuola@gmail.com.