“Il Reddito di dignità della Puglia va avanti senza interruzioni” lo chiarisce il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano che spiega: “il Governo farà come noi, che già da due anni abbiamo attivato in Puglia una misura universalistica di contrasto alla povertà. Il Reddito di dignità quindi non si tocca finché non saremo certi che lo Stato ha assunto su di sé il compito della lotta alla povertà”.

“In attesa di conoscerne i dettagli – prosegue Emiliano – sembra che il Reddito di cittadinanza somiglierà per molti aspetti al nostro Reddito di dignità, e questo ci fa piacere perché siamo stati i primi in Italia a realizzare una misura così complessa. Una misura attiva, che insieme al beneficio economico, ha offerto delle opportunità lavorative ed ha preso in carico tutto il nucleo familiare. Abbiamo già raggiunto ben 30mila famiglie in quasi due anni.

Una macchina organizzativa complessa che ormai è a regime e che ha messo insieme Regione, Comuni, Inps, e con la quale adesso anche il Governo dovrà misurarsi. Noi possiamo dare qualche consiglio avendo fatto tesoro della nostra esperienza. Da sempre sosteniamo l’importanza di una misura universalistica nazionale, e fin quando non saremo certi che lo Stato ha assunto su di sé questo gravoso quanto necessario compito, tanto da poter fare a meno anche del ruolo della Regione, ReD andrà avanti con la stessa missione di oggi”.

Fonte: Ufficio Stampa Regione Puglia – Sistema Puglia, Reddito di Dignità, Rei Red 2018 – Redazione Sistema Puglia