fbpx

«Il ripetitore colpito da un fulmine chiamato ripensamento». L’opposizione: «Fulminati sulla via di Damasco!»

dai gruppi consiliari di opposizione

i consiglieri di minoranza in Consiglio Comunale. In seconda fila Teodoro Santorsola e Amedeo Venezia (PrimaVera Cassano). In primo piano Rocco Lapadula e Linda Catucci (SìAMO Cassano) e Davide Del Re (Più Cassano)

Ora anche la maggioranza dice no al ripetitore.

Per quanto dormienti, per quanto rapidissimi, quasi un fulmine. Potrebbe dirsi così per i nostri “bravi” amministratori di maggioranza circa la questione installazione del ripetitore sulla collina Santa Lucia.

Dopo la richiesta urgente di convocazione della seconda commissione e il comunicato stampa da parte dei gruppi di minoranza, infatti, nel pomeriggio di ieri si è appreso che la maggioranza avrebbe tenuto una riunione il 19 scorso sul tema ripetitore. A leggere il loro comunicato, guarda caso trasmesso soltanto ieri dopo, cioè, che le minoranze hanno allertato le antenne, l’amministrazione Di Medio non vorrebbe più il ripetitore.

Si sono, cioè, ravveduti.

Strano però che, solo dopo le firme raccolte dai cittadini, le richieste di convocazione di commissione da parte delle minoranze, l’azione energica del consigliere regionale Ignazio Zullo, la maggioranza Di Medio ha comunicato di non volere più il ripetitore.

Ma perché se c’è stata una riunione di maggioranza il 19 scorso, non è stato detto alla Città, ai cittadini, di tale decisione importante il giorno 20? Perché non il 21? E perché non il 22? E perché ancora non il 23?

La maggioranza, cioè, esce allo scoperto soltanto dopo la nostra azione. Ci fa piacere per il bene di Cassano e dei suoi abitanti.

A questo punto, la commissione richiesta dei consiglieri Venezia e Catucci, non ha davvero più senso se effettivamente c’è il ravvedimento di qualcuno che pensava di farla franca. Il consigliere Marsico può tornare serena e non più affaticarsi a trovare giustificazioni per il rimando della 2^ Commissione. Acqua passata, o meglio: ripetitore spento!

Per il momento parrebbe che i cittadini della collina di San Santa Lucia non si vedranno in testa un’antenna per i telefoni.

A volte si sa, anche le migliori trasmissioni si… interrompono!