fbpx

In un video il nuovo aspetto della scuola “Ruffo”

ecco come sarà la “nuova” scuola “Ruffo”

L’Amministrazione Comunale di Cassano delle Murge ha pubblicato, sulla pagina Facebook utilizzata per le comunicazioni istituzionali, una video-ricostruzione dei lavori che si stanno effettuando sulla scuola secondaria di primo grado “Ruffo” dell’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo”.

Nel post che accompagna il video, realizzato da SAD Progetti Srl, l’Amministrazione informa che i lavori, affidati a gennaio dopo tante peripezie alla ditta “Navarra Giacomo” di Acquaviva delle Fonti, sono cominciati.

Ricordiamo che il finanziamento per rimodernare il plesso scolastico fu intercettato dall’Amministrazione Lionetti nel 2016 e il percorso che ha portato all’affidamento dei lavori è stato piuttosto travagliato: per tutta l’estate 2019, infatti, non sono mancate polemiche su polemiche (interpellanze in Consiglio Comunale, dure prese di posizione della Dirigente Scolastica – leggi qui e qui – e proteste dei genitori), alla quale il Comune ha cercato di “mettere una pezza” eseguendo lavori di messa in sicurezza del plesso di via Mameli, sede della scuola secondaria di primo grado.

Il 25 luglio 2019 furono aperte le “buste” della gara d’appalto, ma non si è potuto procedere all’affidamento poiché il RUP aveva chiesto ulteriori approfondimenti per anomalie tecniche riscontrate nelle offerte presentate.

In tutta fretta, dunque, il Comune ha dovuto mettere in sicurezza la struttura, spendendo 40mila euro, e consentendo così agli studenti di poter frequentare la scuola, iniziata però con qualche giorno di ritardo sulla data prevista per la ripresa (il 23 settembre, anziché il 18).

Lo scorso 30 aprile 2020 l’Amministrazione Comunale, in vista delle riaperture e dell’uscita dal lockdown degli ultimi mesi, annunciava la ripresa dei Lavori Pubblici riferendosi, tra gli altri, anche alla riqualificazione della “scuola media”.

Nel video pubblicato su Facebook (che ripubblichiamo qui sotto) si vede un istituto più colorato e a misura di ragazzi con prospetti rinnovati, nuovi spazi ricreativi, un campo di gioco all’aperto, spazi comuni riprogettati, un nuovo layout per le aule, un laboratorio di arte e uno di musica. Insomma, una scuola sicuramente più accogliente e sicura per chi vi insegna e vi lavora.