di Annarita Mastroserio

Vito Proscia con il sindaco Lionetti all'inaugurazione del "Murgia Museum Proscia&Bruno" (foto di Annarita Mastroserio)

Vito Proscia con il sindaco Lionetti all’inaugurazione del “Murgia Museum Proscia&Bruno” (foto di Annarita Mastroserio)

Uno scrigno nato per custodire e, allo stesso tempo, fare bella mostra di sé. È questo il “Murgia Museum Proscia & Bruno” inaugurato ieri, 19 aprile, nella zona industriale di Cassano delle Murge.

Tra il folto pubblico presente, cui hanno partecipato numerosi club automobilistici che hanno contribuito ad arricchire con le loro auto il piazzale antistante l’edificio, anche don Nunzio che ha benedetto il Museo e lo ha accolto sostenendo l’importanza di realizzare un legame con la nostra storia, con il nostro passato, anche in un periodo difficile come questo.

Stupore e meraviglia per gli invitati che, salendo le scale, hanno visto crescere anche l’emozione di approdare… in un vero e proprio museo! Come ha affermato lo stesso sindaco di Cassano, Vito Lionetti, il  quale è rimasto colpito dalla quantità di auto esposte e dalla ricercatezza di locandine, manifesti e libri d’epoca: «Mi sarei aspettato una collezione ‘modesta’ di auto, da semplice amatore… ma questo è un museo vero e proprio!» ha affermato il sindaco.

Il “Murgia Museum Proscia & Bruno” è costato ben quattro anni di lavoro ma adesso è pronto ad accogliere turisti ed amanti del genere nei suoi 1000 m2 divisi tra officina, a pian terreno, dove sono accolte le auto che necessitano di restauro e manutenzione, e museo vero e proprio, al piano superiore, laddove sono esposte le auto che vi arrivano tramite un ascensore dedicato.

Un’opera questa, ha affermato Vito Proscia, non senza celare un po’ di emozione, «che non avrei potuto realizzare senza la mia famiglia a cominciare da mia moglie, Rosa Bruno, dai miei figli, senza dimenticare mio fratello, Oronzo Proscia, con cui è iniziata questa grande passione».

L’inaugurazione è proseguita poi con il buffet al pian terreno dove, i presenti hanno potuto ammirare tra le altre auto, alcune ancora in fase di restauro. Per l’occasione la figlia di Vito, Ezia, ha voluto omaggiare i presenti con un’esibizione canora.

L’intervista a Vito Proscia con tutte le curiosità sulle auto, sul museo e sui progetti nell’ultimo numero de L’obiettivo appena uscito in edicola.

 

Tags: