Una giornata informativa nazionale volta a presentare al pubblico nazionale l’Azione UE “Marchio del Patrimonio Europeo”, orientata a valorizzare il patrimonio culturale comune e a migliorare la conoscenza reciproca fra i cittadini europei, contribuendo a rafforzare il senso di appartenenza all’Unione e a promuovere il dialogo interculturale.

Il Marchio del Patrimonio Europeo mira inoltre a favorire un più ampio accesso al patrimonio culturale e valorizzarne la dimensione europea e viene assegnato a siti che abbiamo apportato un contributo rilevante alla storia e alla cultura europee, compresa la costruzione dell’Unione Europea, segnati da una chiara dimensione educativa rivolta ai cittadini, soprattutto i giovani, nonché in grado di contribuire alla creazione di reti fra i vari siti, finalizzate allo scambio di esperienze e buone pratiche.

Un evento rivolto agli operatori culturali, ai comuni, alle regioni, ai referenti di potenziali siti candidabili all’Azione, tra cui monumenti, abbazie, cimiteri storici, biblioteche, archivi, parchi naturali, aree subacquee, archeologiche, industriali o urbane, un paesaggi culturali, un luoghi della memoria, beni culturali e il patrimonio immateriale associato a un luogo, compreso il patrimonio contemporaneo, etc.

Nell’ambito dell’iniziativa, sono stati illustrati i criteri di partecipazione all’Azione, specificando le caratteristiche dei siti culturali eleggibili e fornendo una panoramica di quelli già selezionati. Infine, in vista della scadenza per la presentazione delle candidature a livello nazionale fissata per il prossimo 14 dicembre, sono state spiegate le modalità di compilazione del relativo form.

L’evento si è tenuto a Roma lo scorso 11 settembre 2018, presso la Sala Spadolini, MiBACT, via del Collegio Romano 27.

Fonte: Obiettivo Europa