fbpx

“La Cassano che non vorrei”: il concorso-denuncia promosso da Murgia Enjoy

di Leonardo Lositopresidente associazione Murgia Enjoy

Dopo il concorso fotografico “Rifiutiamoli“, proposto recentemente dai soci Murgia Enjoy e vinto da un giovane amante della natura residente a Bitonto ma che è solito raggiungere Cassano per godere del contatto con quella natura che a lui sta a cuore, l’associazione propone un nuovo concorso fotografico mettendo in palio un soggiorno presso una struttura convenzionata e fruibile in occasione del primo evento che l’associazione organizzerà in Basilicata dove propone diversi weekend per consentire la promozione di accoglienti borghi immersi nella natura.

Scopo dell’associazione, ancora una volta, è accendere i riflettori sui rifiuti che troppo spesso vengono abbandonati nelle campagne, nelle periferie o, addirittura, nello stesso paese che sembra risvegliarsi da questa emergenza in uno stato di abbandono.

Terminata, infatti, la fase di “reclusione”, più volte raccomandata in paese dai megafoni e della cui necessità alcuni cittadini, pochi per fortuna, hanno voluto dare dimostrazione con una processione sul Convento o contravvenendo all’obbligo negli uffici pubblici dell’utilizzo di mascherine e guanti, agli occhi del cittadino risulta evidente la presenza su maniglie e marciapiedi di quei dispositivi che potrebbero aver evitato il diffondersi della pandemia in paese, ma anche di una mole di rifiuti di cui, forse, è concausa la chiusura del centro di raccolta o alcuni nuovi regolamenti che disinvogliano al corretto smaltimento.

La presenza di guanti e mascherine viene più volte denunciata, insieme alla scarsa manutenzione del verde pubblico, anche da alcuni residenti nei diversi gruppi Facebook nei quali c’è chi, ironicamente, riferendosi sempre al paese, commenta “effettivamente l’anno scorso brillava” e chi precisa che “l’emergenza covid è stata un ottima distrazione ai vecchi problemi di questo paese”.

Murgia Enjoy evidenzia la necessità di un cambiamento e di un rifiuto di alcune situazioni perché questo periodo terribile dovrebbe aver insegnato a tutti che il “fermo” ci ha donato aria più salubre, che la natura ha riconquistato i suoi spazi a lungo compromessi dal nostro agire scellerato, che il buco dell’ozono si sta risanando e che il nostro pianeta si sta riprendendo una rivincita dopo secoli di assedio.

Chiunque volesse offrire il suo contributo a questa opera di sensibilizzazione potrà inviare un massimo di 3 fotografie tramite messenger all’associazione Murgia Enjoy o, in alternativa alla mail murgiaenjoy@libero.it.

Con l’invio degli elaborati si dichiara di voler partecipare alla mostra virtuale, di essere gli autori dell’opera, di conoscere le leggi sul diritto d’autore e di concedere l’uso della foto.

Successivamente le foto saranno rese pubbliche su un apposito album sulla pagina Facebook Murgia Enjoy e sul nuovo gruppo Facebook “CITTADINI CASSANESI” e le prime cinque fotografie che otterranno più like saranno sottoposte al parere di alcuni membri del Fotoclub Murgia, primo e unico fotoclub a Cassano, che il 2 giugno proclamerà il vincitore.

La partecipazione è libera e GRATUITA.