fbpx

La Dirigente dell’IC “Perotti-Ruffo” conferma lo slittamento dell’apertura della scuola media: si comincia il 23 settembre

il plesso scolastico di via Mameli dell’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo” (foto d’archivio)

La Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo” di Cassano delle Murge, dott.ssa Ippolita Lazazzera, ufficializza, con una nota pubblicata sul sito della scuola rivolta a genitori e personale dell’Istituto, che le lezioni presso la Scuola Secondaria di Primo Grado “Vincenzo Ruffo” riprenderanno il 23 settembre 2019.

Durante l’incontro in Sala Consiliare alla presenza della sindaca Di Medio e di tutti gli assessori della Giunta, il Comune ha comunicato la decisione di posticipare l’apertura della scuola media per completare i lavori di manutenzione straordinaria sul plesso di via Mameli: la decisione della Giunta Comunale, informa la dott.ssa Lazazzera era già pervenuta via pec lo scorso 2 settembre e dovrà essere ora perfezionata da parte del Comune con un’apposita ordinanza.

Lo slittamento dell’avvio delle lezioni, come noto, è dovuto al completamento dei lavori di messa in sicurezza della scuola, come prescritto dalla ASL e in attesa di sapere che fine farà il finanziamento per il quale il Comune proverà a chiedere un’ulteriore proroga: «i lavori – scrive la dott.ssa Lazazzera – sono cominciati nella mattinata del 3 settembre [quando sono partiti anche lavori di manutenzione ordinaria nel plesso di via Convento (blocco piccole infiltrazioni in un’aula e pulizia del giardino) e in quello di via Capitan Galietti (pulizia del giardino), n.d.r.] e stanno interessando tutto il plesso per ottemperare sia alle prescrizioni ASL sia ai solleciti scritti della scuola inviati durante tutto l’anno scolastico trascorso».

Nella sua nota, la Dirigente Scolastica chiarisce che «nei rapporti tra Istituzione Scolastica ed Ente Locale (che è il proprietario dei plessi) le leggi prevedono che la prima comunichi formalmente le problematiche al secondo che deve adempiere con le conseguenti responsabilità in caso di inadempienza».

Cosa che la scuola ha puntualmente fatto. C’è poi la questione della ASL: «il verbale ASL con indicazione di alcune prescrizioni e con le tempistiche per ottemperare alle stesse è imperativo per consentire l’ingresso di alunni e personale. Da parte dell’Amministrazione – scrive la dott.ssa Lazazzera – è stato sottolineato che i lavori in atto consentiranno di risolvere sia le criticità segnalate dalla ASL sia quelle segnalate dalla scuola».

Prima dell’avvio delle attività didattiche, dunque, «perverrà opportuna certificazione da parte del Dirigente dell’Ufficio Tecnico volta ad attestare la non pericolosità dell’edificio e la rimozione delle pregresse criticità».

L’ing. Domenico Satalino, Dirigente dell’Ufficio Tecnico, ha partecipato all’incontro del 4 settembre scorso e, in quell’occasione, spiega la dott.ssa Lazazzera, ha esplicitato «alcuni degli intoppi amministrativi che hanno reso, ad oggi, non ancora possibile l’individuazione della ditta che effettuerà i lavori previsti dal progetto di riqualificazione finanziato con fondi regionali».

I genitori degli alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado hanno chiesto un ulteriore momento di confronto all’Amministrazione Comunale proprio discutere del finanziamento, ma l’incontro verrà posticipato, probabilmente, a dicembre 2019 «essendo oggi prioritario consentire l’ingresso degli alunni piuttosto che la disamina delle cause dei ritardi dei tempi di esecuzione del progetto già da tempi finanziato».

Il verbale della ASL, spiega la Dirigente Scolastica, «obbliga alla bonifica delle infiltrazioni presenti nell’area palestra e laboratori che causano caduta di calcinacci». Lavori che l’Amministrazione Comunale sta compiendo e che da quest’anno renderanno utilizzabile anche la palestra «che è non solo prioritaria per gli alunni, ma anche un’opportunità per le società sportive del territorio che, fatte le opportune richieste a Comune e Scuola, potrebbero usufruirne gratuitamente come hanno sempre fatto».

E proprio a queste ultime la dott.ssa Lazazzera rivolge un appello affinché collaborino nella «soluzione delle irregolarità nel pavimento di gomma, di fatto unica proprietà della scuola in quanto vinto dai nostri ragazzi in seguito ad un progetto/concorso sul riciclo pneumatici. Trattasi comunque di semplici bolle d’aria che ne hanno determinato il sollevamento in alcuni punti, non pericolose e sulle quali si può facilmente intervenire al fine di rendere la superficie perfettamente allineata. Sono sicura che il mondo dello sport del territorio sarà sensibile al mio appello come lo è sempre stato, supportandoci ogni volta che lo abbiamo richiesto. Lo ringrazio in questa occasione perché ho avuto poche possibilità in altre. Ricordo a tutti che i nostri alunni l’anno scorso, nonostante l’impossibilità di usare la palestra, grazie anche all’impegno spasmodico dei docenti di scienze motorie che hanno trovato tutti i modi per procedere con qualche allenamento pomeridiano, si sono piazzati benissimo ai giochi sportivi studenteschi e hanno conquistato addirittura il primo e secondo posto, il 15 maggio 2019 a Bari, durante la giornata mondiale dell’orienteering. In detta competizione seicento ragazzi delle scuole di primo e secondo grado, provenienti da tutta la regione, si sono sfidati in una gara muniti solo di carta e bussola. La manifestazione, organizzata dalla ASD Sport Orienteering School di Bari, dalla IOF (International Orienteering Federation) e dalla FISO (Federazione Italiana Sport Orientamento), ha visto protagonisti assoluti i nostri alunni che sono tornati carichi di trofei».

Questo breve inciso, è utile alla dott.ssa Lazazzera, «solo per rimarcare quanto sia importante avere una palestra agibile e quante potenzialità hanno i nostri ragazzi».

Tornando, poi, ai problemi della scuola, la Dirigente Scolastica informa anche che «circa il riallestimento del plesso, sarà a cura del Comune che posizionerà gli arredi adatti, in attesa che si possa attingere al capitolo del progetto di riqualificazione che prevede attrezzature informatiche e arredi. Questo ulteriore bando, distinto da quello relativo alla parte di riqualificazione dell’edificio, non è stato ancora pubblicato dall’Ente Locale».

Infine, i ringraziamenti: «ringrazio il Sindaco e la Giunta per lo sblocco di questa empasse, soprattutto nell’impegno preso di interloquire con la scuola solo attraverso canali istituzionali. Aggiungo che un altro impegno è che il plesso sarà monitorato costantemente dall’Ente Locale in attesa dei lavori previsti dal bando regionale e che in vista di detti lavori, rimandati al prossimo anno, causa richiesta di proroga in fase di espletamento, ci sarà dettagliata e capillare programmazione affinché non ci sia interferenza con le attività didattiche degli alunni.

Ringrazio di cuore i genitori e i docenti che hanno partecipato, ho apprezzato i toni e i modi all’interno della discussione».