Mazzarano: “In Puglia investimenti per 2,4 miliardi di euro”.

“In Puglia con gli incentivi regionali per le imprese abbiamo già generato investimenti per 2,4 miliardi di euro nel nuovo ciclo di programmazione, triplicando le risorse pubbliche impiegate. Ma il budget completo di fondi a disposizione delle imprese è ancora elevato. Abbiamo un pacchetto di strumenti che si rivolge alle imprese di ogni dimensione e sostiene i programmi di crescita e di innovazione”.

Con queste parole l’assessore regionale allo Sviluppo economico Michele Mazzarano è intervenuto alla Conferenza italo-tedesca sull’innovazione “Investing in Italian Innovation: Digital Solutions and the challenge of Industry 4.0”, tenuta a Berlino nell’Ambasciata italiana, organizzata dalla Camera di Commercio Italiana per la Germania con la stessa Ambasciata e l’Ice-Agenzia.

Si tratta di un evento internazionale al quale hanno partecipato numerosi esponenti europei appartenenti al mondo della politica, delle istituzioni, di aziende e di start-up innovative per discutere dei vantaggi e delle sfide legati sia all´Industria 4.0 che all’attrazione di investimenti. L’assessore Mazzarano è intervenuto durante la tavola rotonda dedicata al quadro normativo italiano a sostegno dell’innovazione industriale e degli investimenti diretti esteri e alle strategie nazionali e regionali.

“I nostri strumenti – ha detto – hanno la caratteristica peculiare di essere privi di scadenza e gestiti con la logica “a sportello”, quindi sono sempre aperti finché ci sono risorse disponibili.

Sotto il profilo pratico è stata una delle nostre idee migliori. Abbiamo dato alle aziende la possibilità di presentare i propri progetti senza vincoli temporali ma quando sono davvero pronte con proposte valide e realizzabili, in base alle esigenze dei propri programmi di sviluppo. Ritengo che questo sia il motivo del successo ottenuto fino ad oggi. E infatti a poco più di due anni dall’attivazione degli incentivi, gli investimenti delle imprese raggiungono il valore citato poco fa di 2,4 miliardi, quasi tre volte le risorse pubbliche impiegate per le agevolazioni (854 milioni di euro)”.

“Hanno guardato alla Puglia numerose multinazionali avvalendosi proprio degli incentivi regionali. Società di Germania, Francia, Svizzera, Olanda, India, Canada, Stati Uniti. Nel vecchio ciclo hanno investito 428 milioni di euro, nel nuovo siamo già ad oltre 457 milioni. Ciò vuol dire che il 55% degli investimenti generati dall’incentivo dei Contratti di programma regionali, che si rivolge alle grandi imprese, proviene da gruppi esteri”.

“La Germania poi – ha sottolineato l’assessore – è un partner commerciale storico per la Puglia. È rappresentata nel nostro territorio da gruppi come Bosch, Getrag (oggi di proprietà canadese), Merck Serono; Riunite Osram Edison Clerici Spa della società Siemens AG e SQS Software Quality System AG. Ed è il secondo partner commerciale della Puglia sia nelle esportazioni che nelle importazioni. Esprime infatti una forte domanda nei settori tradizionali e in quelli a più alto contenuto di innovazione. Basti pensare che le esportazioni della Puglia verso la Germania rappresentano da sole il 10,2% dell’intero valore export. Un valore che ha un trend di crescita continuo e che nei primi sei mesi del 2017 è aumentato addirittura del 19% rispetto allo stesso periodo del 2016, più del doppio se confrontato all’incremento percentuale delle esportazioni a livello nazionale: +7,1%”.

“A chi vorrà investire in Puglia – ha concluso Mazzarano – riserviamo risorse, innovazione, forza lavoro giovane, motivata e affidabile, bellezza e soprattutto quello stile di vita tutto italiano e pugliese che ci rende unici al mondo”.

A margine dell’incontro ha poi dichiarato: “Partecipare ad eventi finalizzati all’attrazione investimenti è importantissimo per la Regione Puglia. Le multinazionali che investono nel nostro territorio portano sviluppo e lavoro, creano opportunità e occasioni di crescita. Se gli investimenti sono sostenibili, danno occupazione, alimentano il circuito dell’innovazione, come quelli generati dai nostri incentivi, abbiano centrato obiettivi fondamentali”.

La partecipazione della Regione Puglia alla Conferenza di Berlino è stata organizzata dalla Sezione Competitività e Ricerca dei Sistemi Produttivi, in collaborazione con la Sezione Internazionalizzazione della Regione Puglia e con il supporto tecnico di Puglia Sviluppo.

Fonte: Ufficio Stampa Regione Puglia – Sistema Puglia, Ricerca e Innovazione Tecnologica, Politiche per lo Sviluppo – Redazione Sistema Puglia