fbpx

L’assemblea dei soci Fratres, Marsico: «grazie ai donatori per la sensibilità, il senso civico e morale nell’aiutare il prossimo»

Vincenzo Marsico, presidente del gruppo Fratres “Santa Maria Assunta” legge la sua relazione all’assemblea annuale dei soci dell’associazione

Sabato scorso, 15 febbraio, i soci del gruppo Fratres “Santa Maria Assunta” di Cassano delle Murge si sono riuniti per l’assemblea generale convocata dal presidente Vincenzo Marsico presso la Chiesa di San Nicola in piazza Moro.

Dopo la messa nella Chiesa Madre, il presidente Marsico ha letto a soci e collaboratori la relazione annuale in merito alle attività svolte dall’associazione nel 2019 parlando di un gruppo che «si è particolarmente distinto per l’impegno profuso nell’azione di sensibilizzazione alla donazione volontaria del sangue e dei suoi componenti» ma di un «numero modesto di unità raccolte».

Nonostante l’impegno dei soci Fratres cassanesi, infatti, l’associazione ha raccolto solo 90 donazioni di sangue e una plasmaferesi. «Il calo – ha spiegato Marsico – è dovuto all’unica raccolta straordinaria di sangue con autoemoteca del 2019 invece delle quattro degli anni precedenti nelle quali non è stato mai raggiunto il numero minimo di 25 unità di sangue in ciascuna raccolta per compensare i costi ASL dell’autoemoteca di tutta l’équipe medico-sanitaria».

Marsico ha comunque ringraziato soci e collaboratori, ma soprattutto i donatori che continuano a «dimostrare particolare sensibilità, senso civico e morale nel regalare speranza e sorrisi a tanti ammalati bisognosi di trasfusioni di sangue».

Il presidente cassanese dell’associazione ha dunque ribadito quali sono gli scopi dell’impegno della Fratres: diffondere sul territorio la cultura della donazione volontaria del sangue e dei suoi componenti, informare correttamente l’opinione pubblica e in particolare i tanti donatori su operato e finalità dell’associazione. Il tutto collaborando con le realtà associative locali, l’Amministrazione Comunale e le Istituzioni Scolastiche.

Obiettivi che la Fratres cassanese ha perseguito con un ricco calendario di iniziative durante il 2019: oltre ai consueti appuntamenti con la donazione, infatti, la Fratres “Santa Maria Assunta” ha messo in atto programmi di sensibilizzazione alla donazione; ha collaborato all’organizzazione del galà di Carnevale con l’associazione C.aP.; ha distribuito le Palme nelle parrocchie cassanesi; ha collaborato con l’Inter Club alla 12ª “Pasqua del Piccolo Tifoso”; ha donato il Vangelo tascabile e dei crocifissi per i bambini del catechismo delle due parrocchie; ha organizzato il progetto “Fratty” per l’educazione alla salute con gli alunni di quinta del catechismo; ha organizzato la rappresentazione teatrale “Il vero nobile è colui che sa amare” di Vittorio Francesco Ariano; ha contribuito all’Estate Cassanese con il concerto della RetròGusto Band in apertura della Festa Patronale e partecipando ai festeggiamenti dell’Assunta del 15 agosto con una proiezione cinematografica in piazza Moro.

Illustrato, dunque, il bilancio consuntivo del 2019, Marsico ha anticipato quelli che saranno gli impegni del gruppo Fratres “Santa Maria Assunta” di Cassano delle Murge invitando i presenti a proporre nuove idee e attività per incrementare la cultura della donazione volontaria e consapevole del sangue e dei suoi componenti.

Alcune idee sono già state raccolte: continuare l’opera di sensibilizzazione impegnando maggiori risorse economiche per striscioni, gadgets e affissioni; progettare interventi nelle scuole cassanesi; più collaborazione con l’Amministrazione Comunale; organizzare più eventi come rappresentazioni teatrali, rassegne culturali, iniziative di sensibilizzazione nelle scuole ed eventuali gite sociali.

In chiusura Marsico ha rappresentato anche alcune delle novità previste per il 2020: il parroco della Chiesa Madre, don Francesco Gramegna, ha dato la propria disponibilità a partecipare alla vita associativa come assistente spirituale. La Fratres, inoltre, avvierà un progetto di accompagnamento per la raccolta sangue all’IISS “Leonardo da Vinci” e collaborerà, a marzo, all’iniziativa “Orchidea UNICEF”. Sarà presentata anche una nuova locandina riveniente dal progetto “Fratty”; ci sarà, come di consueto, la collaborazione con C.aP. per il veglione di Carnevale e la rappresentazione teatrale del 2020 ed è previsto l’acquisto di ulteriori copie del Vangelo da consegnare ai ragazzi del catechismo delle due parrocchie di Cassano.

Insomma, per Marsico, l’impegno della Fratres è volto a «favorire ulteriormente la possibilità di collaborazione con le altre associazioni di Cassano, in modo particolare con l’altra associazione di donatori sangue [La Ginestra Onlus – Clelia Nuzzaco, n.d.r.], continuare l’azione di sensibilizzazione alla donazione con strategie comunicative adeguate per i giovani, promuovere progettualità educative nelle scuole e pubblicizzare con idonei mezzi informativi le attività del Gruppo».