fbpx

L’Atletico Cassano ospita il Real Cefalù. Alemão Glaeser: «partita durissima. Mettiamoci il cuore»

di Vito Surico

Vincere e dare continuità ai risultati è, a questo punto della stagione, l’imperativo categorico in casa Atletico Cassano: i “pellicani” non possono più permettersi passi falsi e devono tornare a correre verso le zone alte della classifica anche per non mancare la qualificazione alla Coppa Italia.

A rendere ulteriormente più complicata la situazione di classifica dei biancocelesti è il verdetto del Giudice Sportivo in merito al ricorso del Barletta Calcio a 5 per la partita dello scorso 19 ottobre. L’Atletico Cassano ha vinto per 4-3, ma gli avversari hanno fatto ricorso per la posizione di Caio, che avrebbe dovuto scontare la squalifica ottenuta l’anno scorso in Coppa Italia (quando i “pellicani” sono usciti dalla competizione) in campionato all’inizio di questa stagione. Il Giudice Sportivo ha ribaltato il risultato della partita assegnando il 6-0 a tavolino a favore dei barlettani.

L’Atletico Cassano scende al 10° posto in classifica con 10 punti, insieme al Manfredonia Calcio a 5 e al Magic Crati Futsal Bisignano, a due sole lunghezze dalla zona play out con il Real Cefalù a 8 punti.

E saranno proprio i siciliani gli avversari degli uomini di mister Parrilla nella 9ª giornata del Girone C di Serie A2 è di quelli di cui non fidarsi: un avversario in crisi di risultati ma con un roster di tutto rispetto e che proprio alla vigilia della gara contro l’Atletico Cassano ha sollevato dall’incarico l’allenatore Antonino Rinaldi.

«Ci aspetta una partita durissima», avverte Alemão Glaeser: «il Real Cefalù è una squadra molto esperta, abituata a far benissimo in Serie A2. Ci aspetta una vera battaglia. Il nostro atteggiamento deve essere quello di sempre: dobbiamo dare il massimo in campo. Diamo sempre il 100%, ci mettiamo il cuore».

gli “occhi della tigre” di Alemão Glaeser. L’italo-brasiliano dà la carica ai compagni e all’ambiente (foto di Alessandro Caiati)

La stagione finora altalenante dell’Atletico Cassano non era quello che ci si aspettava in casa biancoceleste e Alemão Glaeser, profondo conoscitore dell’ambiente cassanese, lo sa bene: «è vero, non ci aspettavamo assolutamente di trovarci in questa situazione a questo punto del campionato e ci dispiace tantissimo perché conosciamo gli sforzi della società, dello staff e nostri in allenamento. Lavoriamo sodo in settimana in settimana e ci aspettiamo tanto uno dall’altro. Le aspettative erano sicuramente più alte ma c’è ancora tempo per poter arrivare dove desideriamo e dove sono le nostre vere ambizioni. Sta a noi voltare pagina e fare di tutto per arrivare dove l’Atletico Cassano merita. Finora abbiamo avuto un campionato di alti e bassi: anche sabato scorso, a Polistena, abbiamo commesso errori ingenui nei momenti più importanti della partita su un campo difficilissimo. E li abbiamo pagati. Il risultato è forse un po’ pesante rispetto all’andamento della partita ma forse abbiamo meritato di perdere. Dobbiamo migliorare tanto sul fattore-trasferte. I risultati, non solo i nostri, dimostrano che in questo campionato è difficile per tutti giocare fuori casa: campi piccoli, campi caldi in cui non è facile giocare per nessuno. Ma non dobbiamo trovare scuse: dobbiamo migliorare».

Per Alemão Glaeser, questa è la quarta stagione in maglia biancoceleste. Testimonianza di un’unione che diventa, di stagione in stagione, sempre più solida: «non ho mai nascosto, in questi anni, l’amore per Cassano delle Murge e l’Atletico Cassano. Qui mi sento veramente a casa e non sono parole di circostanza. E mi fa un immenso onore che questo sia riconosciuto anche dai cassanesi. L’Atletico Cassano e Cassano delle Murge fanno parte della mia storia come calciatore e come uomo, e soprattutto fanno parte del mio cuore».

15 gol in 10 partite in questa stagione e un traguardo da raggiungere: Alemão Glaeser è a sei gol dalle 100 marcature con l’Atletico Cassano. Un traguardo, ma non un obiettivo, perché l’italo-brasiliano, da vero leader, guarda agli obiettivi del gruppo: «ho la fortuna di giocare con grandi campioni e i miei gol sono solo la finalizzazione delle loro azioni. Però sinceramente non è un obiettivo stagionale. L’obiettivo stagionale è quello di portare l’Atletico Cassano dove merita».

Atletico Cassano – Real Cefalù si gioca domani, sabato 23 novembre, alle ore 16:00 al PalAngelillo. La direzione di gara è affidata ai signori Marco Moro di Latina (1° arbitro), Fabio Maria Malandra di Avezzano (2° arbitro) e Gianfranco Marangi di Brindisi (cronometrista).

SERIE A2 2019/2020 – 9ª Giornata Girone C – sabato 23 novembre 2019, ore 16:00

Assoporto Melilli 7-1 Cataforio
ATLETICO CASSANO 3-6 Real Cefalù
Barletta Calcio a 5 0-1 Futsal Polistena
Magic Crati Futsal Bisignano 9-0 Futsal Bisceglie
Manfredonia Calcio a 5 4-2 Futsal Regalbuto
Real Rogit 2-1 Polisportiva Sammichele
Virtus Rutigliano 8-2 CLN CUS Molise

CLASSIFICA