fbpx

L’attenzione del Garante dei disabili al benessere dei malati affetti da Sla

Nota del Garante regionale dei diritti delle persone con disabilità, in merito alla carrozzina-letto, validata dall’Università del Salento e inserita nell’elenco dei dispositivi di classe I del Ministero della Salute nei Nuovi Lea, come dispositivo che migliora la qualità di vita e il benessere degli ammalati gravi affetti da SLA.

“Insieme all’Associazione regionale M.E.D.A., stiamo per ottenere un risultato davvero avveniristico in campo tecnologico da applicare in Puglia. Il dispositivo, infatti, con funzioni di carrozzina, letto, poltrona e tavolo è in corso di sperimentazione dal maggio 2017 ad uso di un paziente pugliese, in ADI di 3° livello di complessità, in follow-up da circa 10 anni perché affetto da SLA con Tetraplegia. Esso consente di assumere posizioni Fowler, Semi Fowler, Antitrendelenburg, oltre alla posizione idonea a migliorare l’insufficienza venosa con il sollevamento delle gambe fino a 45°. Alcuni dei benefici che questo dispositivo ha prodotto nel corso della sperimentazione sono: il ridotto il rischio di atrofizzazione dei muscoli dell’apparato locomotore, l’ottimizzazione del drenaggio polmonare e le funzioni cardiorespiratorie.

Esprimo, quindi, il convinto auspicio che tale dispositivo possa essere finanziato dalla Regione Puglia nei modi e termini da concordare con celerità. “Potremo vantarci di essere una Regione al passo con le disposizioni dettate dalla Convenzione ONU in materia di diritto e promozione del benessere e del miglioramento della qualità di vita delle persone con disabilità”.

Fonte: Consiglio Regionale Puglia