fbpx

Lavoro agile, l’appello dell’on. Angiola alle amministrazioni del territorio murgiano: «si attivi subito»

(foto Google)

«Rivolgo l’appello a tutte le pubbliche amministrazioni del territorio murgiano ad applicare le forme di lavoro agile previste dalla Legge n. 81/2017» che definisce lo “smart working” come come particolare modalità di svolgimento della prestazione lavorativa, basata sulla flessibilità di orari e di sede e caratterizzata, principalmente, da una maggiore utilizzazione degli strumenti informatici e telematici, nonché dall’assenza di una postazione fissa durante i periodi di lavoro svolti anche al di fuori dei locali aziendali.

L’appello è dell’Onorevole santermano Nunzio Angiola, ex MoVimento 5 Stelle ed attuale componente del Gruppo Misto alla Camera dei Deputati, che spiega: «la situazione legata alla diffusione del Covid-19 impone scelte immediate anche da parte dei datori di lavoro pubblici e privati.

Il DPCM emanato ieri dal Presidente Conte dispone che l’applicazione del “lavoro agile” trovi immediata risposta da parte di aziende ed amministrazioni in tutto il Paese.

La misura è facilmente  applicabile soprattutto in Enti ed in amministrazioni che non rendono servizi essenziali alla popolazione.

Sono certo – continua Angiola – che la diligenza e l’intelligenza dei datori di lavoro pubblici e privati consentirà di applicare senza indugio il lavoro agile anche perché, in presenza di lavoratori che hanno contatti con soggetti a rischio di contagio come persone anziane affette da patologie croniche, il ritardo nell’applicazione potrebbe avere conseguenze gravi e pericolose».