fbpx

Le nuove possibilità di aggiornarsi dopo il lavoro

di Gi.Bo.

(foto: freefoto.com)
(foto: freefoto.com)

In un suo discorso passato alla storia durante un intervento all’università di Stanford Steve Jobs disse “Stay hungry, stay foolish”. Per un’intera generazione questa frase del guru di Apple è diventata un credo di vita, un motore che in tutto il mondo spinge giovani e meno giovani, uomini e donne, a muovere un passo oltre il confine dei propri desideri e delle proprie ambizioni, ma allo stesso tempo a spostare della stessa misura il proprio impegno.

Serve impegno per rimanere affamati e curiosi come ci indica Steve Jobs ma per fortuna ognuno grazie a internet può trovare velocemente gli stimoli necessari per farlo. Stimoli che possono venire dalla lettura di un blog di esperti o giornalisti affermati, o anche più semplicemente dal  seguire gli update su Twitter degli esperti della propria professione.

Ma è ovvio che poi, al di là degli stimoli che ci vengono dall’esterno, è dall’interno che deve partire la voglia di cambiamento e di miglioramento. Certo poi ci sono gli impegni famigliari e lavorativi da bilanciare, ma ancora una volta il web è nostro amico e ci propone oggi, per citarne una, la possibilità di laurearci o conseguire un master universitario senza muoverci da casa.

Miracoli dell’e-learning e delle università con corsi on line, organizzate proprio per venire incontro a chi di tempo per studiare ne ha poco o ce l’ha nei momenti “sbagliati” come ad esempio la sera o nei weekend.

Sono già tantissime ad esempio le giovani mamme che hanno scelto la strada dell’e-learning per migliorare la propria formazione o più semplicemente per mantenere su alti standard qualitativi il proprio curriculum in modo da potersi spendere al meglio nel mondo del lavoro al termine dei mesi di maternità.

Studiare e specializzarsi oggi per essere pronti a lavorare domani, ed essere ovviamente appetibili per quelle aziende che il lavoro dovranno darcelo. È questa la grande sfida non solo delle donne ma di tutta una generazione che ha capito finalmente come le vecchie certezze derivanti dal posto fisso sono collassate sotto i colpi della globalizzazione, ma accetta comunque la sfida e prova a diventare protagonista del domani.