fbpx

“Le scuole in prima linea per celebrare Leonardo da Vinci”

“Le scuole italiane saranno le protagoniste delle celebrazioni dedicate a Leonardo che lasceranno traccia di un uomo che ha vissuto nel segno dell’amore e della conoscenza. Durante questi mesi vogliamo dare la possibilità ai  ragazzi di apprezzare ancora di più e meglio la versatilità di questo genio, un uomo che ha avuto la straordinaria capacità di innovare il sapere, in tutte le sue declinazioni e forme. Un uomo che con la sua opera sfida la paura e vince il tempo”. Così il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, questa mattina ha presentato il programma di iniziative dedicato agli studenti e messo a punto dal Miur per le Celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo. Il Ministro è intervenuto nel corso di una conferenza stampa (nella Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio) a cui hanno preso parte il presidente del Consiglio Giuseppe Conte; il Sottosegretario alla Presidenza Giancarlo Giorgetti; i Ministri Matteo Salvini, Alberto Bonisoli, Gian Marco Centinaio; i Sottosegretari Guglielmo Picchi e Armando Siri; il Presidente del comitato Leonardo, Paolo Galluzzi. La conferenza è stata organizzata e coordinata dal Sottosegretario ai Beni Culturali Lucia Borgonzoni.

Le iniziative per le scuole rientrano nel Piano più ampio di eventi per questa ricorrenza proposto dal Governo.

“Leonardo – ha spiegato il Ministro Bussetti – ci ha fatto eredi di un patrimonio culturale sterminato. Che abbiamo il dovere di conoscere, celebrare e valorizzare ancora oggi, a cinque secoli di distanza”.

Alle celebrazioni di Leonardo da Vinci sarà dedicato quasi un anno intero, dal 2 maggio 2019 al 15 aprile 2020. Un anno che ruoterà attorno a due date simbolo, il giorno della morte e quello della nascita del grande genio italiano. Le commemorazioni saranno aperte il prossimo 2 maggio con il Giorno di Leonardo. Le scuole saranno unite virtualmente nel ricordo del genio di Vinci con una diretta streaming con il Ministro Bussetti.

A Leonardo saranno dedicate anche le tradizionali Olimpiadi scolastiche nelle diverse discipline di studio che il Miur organizza a livello nazionale per promuovere le eccellenze tra gli studenti delle scuole secondarie di II grado. Per questa ricorrenza le gare si arricchiranno di una ulteriore competizione: l’Olimpiade “Leonardo per la società della conoscenza”. Avrà una particolarità: la sfida si svolgerà esclusivamente online. Dedicati al grande genio anche la Biennale dei Licei artistici e il concorso New Design, rispettivamente alla terza e undicesima edizione.

Con la collaborazione del Mibac (il Ministero per i Beni e le Attività Culturali) saranno promossi viaggi e visite d’istruzione alla scoperta dei “luoghi” di Leonardo. Un viaggio che avrà fra le sue tappe più significative Firenze, Milano, Mantova, Venezia, Roma.

Pittore, ingegnere, scienziato, filosofo, narratore, musicista: ogni scuola potrà “adottare” il proprio Leonardo per un anno intero. Potrà essere un disegno, un dipinto, un congegno, una favola o un pensiero. L’opera scelta dovrà essere promossa dagli istituti con iniziative, progetti, eventi aperti anche al territorio. Sarà una sfida di fantasia, creatività, ingegno.

La modernità di Leonardo sarà il tema conduttore dei seminari online e delle lezioni che saranno promosse dalla Rete nazionale dei Licei Classici e dagli studenti dei Licei Economico-Sociali.

Una Notte bianca per Leonardo, il 15 aprile 2020, chiuderà le celebrazioni. Iniziative ed eventi saranno promossi nelle scuole di tutta Italia nel giorno della sua nascita. Una data simbolica. A segnare anche una “ri-nascita”.

Fonte: Miur