fbpx

“Leonardo-Platone”: primo giorno di scuola per i liceali cassanesi

di Irma D’Onghia e Sofia Maratheas

il Liceo "Leonardo-Platone" di Cassano delle Murge (foto d'archivio)
il Liceo “Leonardo-Platone” di Cassano delle Murge (foto d’archivio)

Sono suonate alle 8.15 di questa mattina, lunedì 14 settembre, le prime campanelle del Liceo Classico Platone e del Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci di Cassano delle Murge, che porteranno tra i banchi di scuola più di mille studenti tra Classico e Scientifico e ben 139 nuovi iscritti. A differenza della nostra scuola, alcuni istituti del circondario hanno le porte agli studenti tra il 9 e l’11 settembre, sebbene tutti dovranno rispettare la soglia dei 200 giorni obbligatori. Nonostante ciò i ragazzi avranno alcuni attimi di sollievo portati dai due ponti stabili per il 2 novembre e il 7 dicembre, le vacanze di Natale, rimaste invariate anche quest’anno rispetto al precedente, i 6 giorni decisi per le vacanze Pasquali, e infine i recuperi dell’anticipo datati 10 febbraio e 23 aprile, per poi concludere l’anno scolastico l’8 giugno 2016.

Come ogni anno i pullman delle ore di punta tornano a essere campi di battaglia per tutti i pendolari che quest’anno, nelle nuove prime, saranno all’incirca 50 tra Acquaviva, Santeramo e Sannicandro, portando alle volte nelle classi più giovani “forestieri” che giovani concittadini.

Tutti i nuovi studenti sono entrati, come di consueto, alle 9.15 percorrendo per la prima volta i corridoi che diventeranno la loro casa per i prossimi cinque anni, si spera, senza intoppi. Giunti in auditorium hanno avuto un’accoglienza calorosa non solo dalla preside, ma anche dai loro compagni più “anziani”, insostituibili punti di riferimento.

Ora toccherà a loro prendere il mano la propria vita, fare delle scelte, iniziate già con la scelta della scuola superiore. Potranno mettere in gioco loro stessi, con attività e concorsi promossi dalla scuola, e di cui la stessa scuola è ghiotta. Ma con la stessa facilità con cui intraprendono questo percorso formativo, si troveranno, tra qualche anno, ad averlo già concluso, senza essersi accorti del tempo che passa.