fbpx

Linee programmatiche: Cassano s’ispira a Massarosa. Di Medio: «il maestro copia? Si dimetta»

di Vito Surico

la conferenza stampa del capogruppo di "Per crederci ancora", Maria Pia Di Medio, per 'denunciare' il «caso di plagio clamoroso» (foto L'Obiettivo)
la conferenza stampa del capogruppo di “Per crederci ancora”, Maria Pia Di Medio, per ‘denunciare’ il «caso di plagio clamoroso» (foto L’Obiettivo)

L’Amministrazione Lionetti avrebbe “copiato” le “Linee programmatiche di mandato” dal “Piano Generale di Sviluppo” del comune di Massarosa in provincia di Lucca: è questo il «caso di plagio clamoroso operato dall’Amministrazione di centrosinistra guidata da Vito Lionetti. Un caso singolare e per certi versi imbarazzante per il Comune di Cassano» che la capogruppo di “Per Crederci Ancora”, gruppo di opposizione in Consiglio Comunale, ha esposto nella conferenza stampa convocata ieri in sala consiliare.

«Convinta che non avrebbero mai portato avanti il progetto “Città Sane”, per il quale abbiamo stipulato un patto in campagna elettorale», ha spiegato l’ex primo cittadino, sconfitto nella tornata elettorale dello scorso maggio per poco più di 60 voti, «ho cercato di capire come si fossero regolati gli altri Comuni per capire cosa avremmo potuto fare noi: così mi sono imbattuta nel “Piano Generale di Sviluppo” del 2009 di Massarosa, comune di circa 23.000 abitanti della Provincia di Lucca, a guida PD. Bene, nelle “Linee programmatiche di mandato e piano generale di sviluppo” del Comune di Cassano vi sono scopiazzature da tutte le parti: non solo dal Comune di Massarosa, ma anche alcune parti da quello di Bisceglie».

La Di Medio ha distribuito copie dei due “Piani” (che è possibile scaricare in fondo a questo articolo) ai presenti nei quali sono evidenziate le parti “copiate”: «è vero che gli obiettivi di un buon governo devono essere condivisibili», ha affermato la Di Medio, «ma come si fa a copiare le linee programmatiche di un comune completamente diverso dal nostra sotto diversi aspetti (sociale, ambientale, …)». Poi, al sindaco Lionetti: «il maestro che fa? Copia? Dobbiamo strappargli il compito? Dargli uno zero spaccato? Che esempio dà ai suoi allievi ed alla cittadinanza?».

Per la Di Medio «è vero che la struttura di un atto sia quella, però le analisi devono essere originali, devono derivare dalla realtà, devono avere una sintassi non copiata ed esprimere le idee politiche di chi governa. È stato necessario copiare perché loro idee non ne avevano? Dov’è la “rinascita” per Cassano se si copia un “Piano” del 2009 nato in contesti completamente diversi?». Per la capogruppo di “Per crederci ancora” non può essere nemmeno questione di tempo: «dall’insediamento all’approvazione delle “Linee programmatiche” hanno avuto 46 giorni per stilarle. È vero, nei comuni si usa tanto il copia/incolla per gli atti, ma non è pensabile usarlo per documenti che si devono distinguere per la visione politica».

«So per certo che gli attuali amministratori», ha proseguito la dott.ssa Di Medio, «non conoscono il paese. Nel loro modo di amministrare c’è solo improvvisazione, mancanza di programmazione (quella di cui ci hanno criticato per 5 anni). La loro è solo una corsa violenta ad occupare poltrone che sono sì irte di spine, ma pur sempre luoghi di potere».

«I cassanesi sono stati presi in giro da persone che hanno imbrogliato prima di cominciare», ha affermato la Di Medio «e continuano a prendere in giro i cittadini, perdono finanziamenti, aumentano le tasse, non sono in grado di rispondere alle interpellanze (le risposte sono chiaramente scritte da qualcun altro), stilano delle “Linee programmatiche” che per me non valgono un beneamato niente, perché non sono roba loro. Chiederemo le dimissioni del sindaco Lionetti per salvaguardare la dignità del paese ed evitare che siamo ricordati come il paese dei pappagalli», ha concluso l’ex sindaco Di Medio, annunciando anche la richiesta di convocazione di un Consiglio Comunale dedicato all’argomento.

Scarica le Linee Programmatiche di Mandato e Piano Generale di Sviluppo 2014-2019 del Comune di Cassano delle Murge.

Scarica il Piano Generale di Sviluppo 2009-2014 del Comune di Massarosa.