fbpx

Lionetti presenta “Rinascita”: «siamo al vostro servizio, ora tocca a voi!»

di Vito Surico

il candidato sindaco Vito Lionetti con Amedeo Venezia (foto di Annarita Mastroserio)
il candidato sindaco Vito Lionetti con Amedeo Venezia (foto di Annarita Mastroserio)

16 candidati, 42 anni di età media, 1 di origine albanese, 11 volti nuovi: il candidato sindaco Vito Lionetti ha presentato stamattina, domenica 4 maggio, i componenti della lista “Rinascita – Verso nuovi orizzonti” in un cinema “Vittoria” gremito.

L’introduzione è toccata ad Amedeo Venezia, «semplice cittadino», che ha descritto “Rinascita” come una «lista composta da anime politiche diverse, ma tutte accomunate dall’impegno serio per la cittadinanza». La compagine guidata da Lionetti, ha spiegato Venezia, è «fondata sul confronto civile, sulla tutela dell’ambiente, della legalità, dei bisogni dei cittadini».

Amedeo Venezia non ha mancato di ringraziare chi ha amministrato finora, sottolineando, però, come «ogni cittadino» sia capace «di valutare l’operato di ogni amministrazione». Soffermandosi, quindi, sul candidato sindaco, Venezia ha spiegato come Vito Lionetti sia «una persona schietta e corretta, un educatore, un professionista venuto dalla gavetta che incarna l’idea di un’amministrazione al servizio della comunità. La lista “Rinascita” è composta da giovani professionisti, persone capaci, ognuna con il proprio cervello, in grado di far sperare nel miglioramento». Venezia ha quindi concluso citando una lettera del padre, Luigi, che giunto a Cassano nel 1956, parlava del nostro paese come di un luogo in cui «sembra di essere a casa mia»: l’augurio è quindi quello che il paese torni ad essere quello di un tempo, con i suoi valori.

Spazio dunque al candidato sindaco Vito Lionetti che ha espresso soddisfazione per la passione che sta nascendo intorno a “Rinascita”, lista civica appoggiata dai partiti di centrosinistra (PD, SEL, PRC e Realtà Italia), affermando che c’è bisogno di «tornare a pensare alla politica come a qualcosa che facciamo tutti i giorni». Nella propria esperienza nel sindacato, ha spiegato, «ho imparato che non sempre è possibile risolvere i problemi della gente, ma bisogna ascoltarli, mettersi a disposizione e cercare le risorse per venire in aiuto a chi ne ha bisogno. Il mio lavoro di maestro mi ha insegnato che ogni giorno deve esserci un nuovo obiettivo per ogni classe. Dobbiamo far sì che il cittadino si senta orgoglioso di appartenere alla comunità».

il candidato sindaco Vito Lionetti (foto di Annarita Mastroserio)
il candidato sindaco Vito Lionetti (foto di Annarita Mastroserio)

Lionetti ha quindi elencato i principali punti del programma della lista “Rinascita”: servizi sociali (con centri di incontro per anziani e bambini, valorizzazione delle risorse, attenzione ai diversamente abili e Piani di Zona più efficaci), scuola (sfruttare tutte le potenzialità delle nostre scuole), cultura (la biblioteca deve diventare propositiva e la base dello sviluppo culturale del nostro paese), sport (maggiore coinvolgimento delle associazioni sportive e valorizzazione del polisportivo), territorio (basta cemento, valorizzazione del centro storico, turismo sostenibile, stop al “Progetto Lame”, elaborare un progetto serio per la protezione idraulica del territorio che preveda la piantumazione di nuovi alberi, attenzione ai borghi residenziali), sviluppo (creazione di un marchio d’area, attrarre fondi europei, diminuire la pressione fiscale), Parco Nazionale dell’Alta Murgia (una risorsa per il nostro paese), rifiuti (bene la raccolta differenziata, ma non è possibile che i cittadini debbano pagare più tasse per avere un paese più sporco, premiare i cittadini virtuosi).

«Abbiamo una lista che, per l’80%, presenta persone nuove. Chiedete il cambiamento e noi lo presentiamo», ha concluso Lionetti prima di rivolgersi ai presenti con una battuta: «se mi affidate i vostri figli a scuola, e vi fidate di me, perché non dovreste affidarmi l’amministrazione?».

Lionetti ha quindi lasciato la parola ai candidati: primi i segretari dei partiti politici che appoggiano la lista “Rinascita – Verso nuovi orizzonti”: Davide Pignatale, segretario del PD, che oltre a parlare del programma della lista ha sottolineato come «a dispetto di quanti credevano che il partito non volesse costruire, noi siamo qui»; Davide Del Re, segretario di SEL, che forte dell’esperienza di questi 5 anni all’opposizione ha parlato di «candidati che rappresentano, ognuno con il suo impegno, il nuovo. Il cambiamento passa dalla novità. Cambiamo con “Rinascita”, diamo un segnale diverso»; Massimo Bongallino, segretario di Rifondazione Comunista, ha evidenziato come essenziale sia stato, nel comporre la lista, tornare a parlare di programmi ed ha parlato di lavoro («dobbiamo creare posti di lavoro a partire da quello che il nostro paese offre, abbiamo bisogno di valorizzare il territorio e, in questo modo, creare reddito»); Michele Maiullaro, coordinatore di Realtà Italia, ha parlato di un paese «votato al commercio. L’artigianato è la base da cui ripartire, e spesso gli operatori sono stati lasciati soli dalle amministrazioni. Si creano posti di lavoro se si è capaci di pensare che le iniziative per la promozione del nostro territorio non si devono limitare all’estate, ma devono coprire tutto l’anno».

i candidati della lista "Rinascita - Verso nuovi orizzonti" (foto di Annarita Mastroserio)
i candidati della lista “Rinascita – Verso nuovi orizzonti” (foto di Annarita Mastroserio)

E poi gli altri candidati: Maria Giovanna Molinaro (ha parlato di legalità, trasparenza, partecipazione attiva), Enza Battista (si è soffermata su politiche sociali, anziani, bambini, diversamente abili), Anna Pallavicino (sport e condivisione delle idee per consentire a tutti di partecipare), Simeone Paparella (sviluppo del territorio, intercettazione dei fondi europei), Maria De Grandi (sociale e cultura, nuovi orizzonti per i giovani cassanesi), Maria Luisa Marazia (randagismo e agricoltura biologica, progetti per bambini con il supporto degli animali), Rocco Capriulo (gestione della cosa pubblica), Rossella Minerva (scuola e cultura), Aferdita Seferi (integrazione), Alessandro Greco (giovani, integrazione, cultura), Vito Erasmo Barberio (sviluppo del territorio, piano regolatore sociale) e Michele Lopane (dare voce al disagio sociale).

Alla presentazione di questa mattina sono intervenuti anche il consigliere regionale PD, Mario Loizzo, e il presidente del consiglio regionale, Onofrio Introna.

presentazione-lista-rinascita-042
l’intervento del presidente del consiglio regionale pugliese, Onofrio Introna (foto di Annarita Mastroserio)

Loizzo ha espresso il massimo appoggio politico alla lista “Rinascita – Verso nuovi orizzonti”: «è una sfida impegnativa ma ci sono le potenzialità per vincere. State dando un segnale di freschezza, ora dovete far camminare queste idee nella città, poiché la gente è disposta ad ascoltare le proposte di cambiamento. Il candidato sindaco, poi, è una persona straordinaria, capace e seria».

Introna, invece, ha sottolineato la passione e la voglia di cambiamento che si vede in questa «battaglia per la rinascita. Qui non ci sono persone prese a caso, ma persone che condividono la stessa logica di affetto per la comunità e di rispetto per i propri concittadini. Potete offrire un’alternativa capace, i cittadini sapranno sostenere questa proposta di cambiamento. Ci sono tante occasioni di sviluppo», ha concluso Introna, «insieme possiamo dare concretezza al vostro programma perché Cassano possa diventare un paese in cui i cittadini sappiano riconoscersi con orgoglio».