il vicepresidente dell’Oleificio Sociale Lucio Lanzolla con l’ambasciatore italiano in Bulgaria Stefano Bladi alla fiera Interfood&Drink di Sofia

L’Oleificio Sociale di Cassano delle Murge ha preso parte alla fiera internazionale Interfood&Drink 2018 che si è tenuta dal 7 al 10 novembre a Sofia, in Bulgaria.

La Bulgaria è un mercato di piccole dimensioni ma promettente, in quanto il trend di crescita dell’import dei prodotti agroalimentari italiani degli ultimi anni è quasi raddoppiato.

Con oltre 4,5 milioni di € di vendita l’olio di oliva comincia ad entrare nelle abitudini alimentari del consumatore bulgaro e l’Italia è al primo posto con una quota di mercato di quasi il 30%.

Inoltre, nel primo semestre 2018 quasi tutti i principali indicatori macroeconomici registrano un andamento positivo dell’economia bulgara; il PIL, infatti, è in aumento del 3,2%.

Il principale motore della crescita è il consumo privato, per via del maggior numero di occupati e della crescita degli stipendi.

La partecipazione ad Interfood&Drink 2018 è motivata dalla volontà di soddisfare il desiderio dei prodotti “Made in Italy” dei paesi dell’est europeo. «Vogliamo cogliere questa importante possibilità di crescita – spiegano dall’Oleificio Sociale – ma da soli non potremmo farcela. Allora che fare? La soluzione è aggregarsi con altre aziende grazie all’adesione a “Rete Cuore della Puglia” che di fatto è un consorzio per l’export.

Quella di Sofia è stata la seconda esperienza fieristica dopo quella di Berlino del mese di giugno in collaborazione con “Rete Cuore della Puglia”, un’esperienza sicuramente positiva sia per la conoscenza dei mercati esteri acquisita dalla nostra cooperativa e sia per contatti presi con importatori esteri.

Dobbiamo necessariamente continuare su questa strada se vogliamo dare valore al nostro olio e quindi pensare ad un ritorno economico per i nostri soci.

Prossimo appuntamento a Tokio in Giappone dal 13 al 15 novembre».

 

Tags: , ,