fbpx

Lunedì 6 gennaio raccolta sangue dell’Epifania con la Fratres

Torna l’appuntamento con la donazione volontaria del sangue insieme al gruppo donatori Fratres “Santa Maria Assunta”, il giorno dell’Epifania dalle 8 alle 12 in piazza Moro con l’autoemoteca del centro trasfusionale “Di Venere” di Bari.

Donare un po’ di se stessi nel giorno in cui i Magi riconobbero Gesù come Signore vuol dire riproporre il gesto del sacrificio, del dono, del riconoscimento dell’altro come proprio fratello.

«Vi chiedo di essere numerosi – afferma il presidente dell’associazione Enzo Marsico –. Portate con voi un amico, un collega di lavoro, un compagno di calcetto, un parente. Basterebbe che ognuno accompagnasse un nuovo donatore per incrementare significativamente le donazioni. La donazione – continua – riesce a salvare vite umane, regala un sorriso alla vita e garantisce sangue e plasma al servizio sanitario nazionale».

Donare sangue è estremamente facile, basta possedere i seguenti requisiti:

  1. essere disposti a donare il sangue in modo disinteressato ed anonimo, nella convinzione di compiere un gesto socialmente valido;
  2. aver compiuto 18 anni di età. L’età massima indicata è di 65 anni purché sussistano buone condizioni fisiche;
  3. avere un peso corporeo non inferiore ai 50 chilogrammi;
  4. condizioni di salute “normale”. In ogni caso, prima della donazione, un medico verificherà l’idoneità.

E poi regala mille vantaggi: è un valido modo per controllare il proprio stato di salute gratuitamente con esami ematici approfonditi e per chi è un lavoratore dipendente c’è la possibilità di usufruire di una giornata di riposo retribuita.

Importante ai fini della donazione è recarsi la mattina solo dopo avere assunto liquidi come succhi di frutta, spremute, tè o caffè poco zuccherato, fette biscottate; da evitare brioche e cornetti alla crema o cioccolato. Evitare anche il latte e i latticini in genere…

Dopo la donazione, cornetti, caffè e cappuccini caldi saranno offerti dai volontari Fratres.