fbpx

Motore… Ciak… Azione! Ecco il CineTeatro Apulia

di Vito Surico

i componenti dell’associazione Apulia Country che ha dato vita al CineTeatro Apulia nei locali dell’ex cinema “Vittoria”

Un presidio culturale che torna a svolgere la propria funzione è sempre un buon segnale per una comunità. E il numeroso pubblico che ieri sera ha assistito all’inaugurazione del CineTeatro Apulia conferma che Cassano delle Murge ha voglia, e forse bisogno, di cultura e di vita.

Storica sala cinematografica cassanese, l’ormai ex “Vittoria” torna in una nuova veste e con un nuovo nome, grazie all’iniziativa dell’associazione Apulia Country che, come ha affermato il presidente Pino Greco, in un mese ha restituito a Cassano il suo cinema.

Perché investire nella riapertura del cinema? Ha provocatoriamente chiesto il giornalista Gian Vito Cafaro che ha condotto la serata. «Perché andava fatto», ha risposto Greco, presidente di Apulia Country: «in un periodo in cui tutto va via da Cassano, abbiamo sentito il bisogno di restituire qualcosa al paese cercando di recuperare un’idea di cinema come luogo in cui si faccia cultura: oltre alle proiezioni sul grande schermo, infatti, nella sala vogliamo fare anche teatro».

Cinema e teatro, dunque, ma non solo. Pino Greco ha affermato che sono tanti i progetti che Apulia Country ha per il nuovo cinema: «cercheremo di attuare una programmazione interessante. È nostra intenzione avviare un percorso culturale. È un’idea “antica” quella di Apulia Country: pensiamo a una Cassano diversa a nuova».

Greco si è sbilanciato solo nell’annunciare che tra le attività del CineTeatro Apulia ci sarà quella di creare un percorso che metta insieme cinema, teatro ed enogastronomia in una visione innovativa che provi a rianimare il paese: «a me piace parlare di rigenerazione del paese».

il logo del CineTeatro Apulia realizzato da Titti Nuzzaco con Domenico Sciacovelli

Una rigenerazione che passa, dunque, dal recupero della storia di Cassano. E la sala cinematografica è sicuramente uno pezzo importante della storia del nostro paese, come ha affermato la proprietaria dei locali, Giacomina Giustino, che, insieme alla famiglia, sta cercando di ricostruire la storia del cinema le cui origini risalgono alla prima metà del ‘900.

«Cassano merita – ha affermato in conclusione la sindaca Maria Pia Di Medio – merita che i suoi cittadini sfruttino e vivano i luoghi del paese. Ben vengano i cittadini che si riappropriano dei proprio luoghi».

E per mantenere vivo e attivo il contenitore culturale, adesso, sarà cruciale il ruolo dei cassanesi che hanno il “dovere” di frequentare il CineTeatro Apulia perché il cinema è cultura, il cinema è poesia, il cinema è vita. E un paese capace di apprezzare la cultura, la poesia, la vita è senza dubbio un paese che cresce e, chissà, potrà anche dimostrarsi capace di rimettere in moto la propria economia.

Mario Albenzio, Maria Antonietta D’Ambrosio, Ottavio Di Leone, Vincenzo Giorgio, Stefania Giorgio, Pino Greco, Rossella Liuzzi e Titti Nuzzaco hanno riacceso la scintilla. Starà ora ai cassanesi tenere alta la fiamma del CineTeatro Apulia.

La serata inaugurale si è conclusa con la proiezione di spezzoni di film “culto”, scelti dagli otto componenti di Apulia Country: da “Nuovo Cinema Paradiso”, vera e propria dichiarazione d’amore al cinema, a “Tre Fratelli”, film girato proprio a Cassano delle Murge da Francesco Rosi negli anni ‘80, passando per l’iconico discorso di Charlie Chaplin ne “Il grande dittatore” a quello di “Steve Jobs” nell’omonima pellicola, fino a scene di film epici come “Il Gladiatore” e “Shining”. Scene che ormai siamo abituati a vedere sulle diverse piattaforme online, sugli schermi del PC o sui display degli smartphone ma che visti sul grande schermo hanno tutto un altro sapore.

Bentornato cinema! Benvenuto CineTeatro Apulia!

La programmazione del CineTeatro Apulia parte già oggi con “Il primo Natale” di Ficarra e Picone. Spettacoli alle ore 17:00, 18:50 e 21:00. Il prezzo del biglietto è di 5,00 € (4,00 € il ridotto).