fbpx

Negativi i test su pazienti con sintomi compatibili con Covid-19 in Puglia. I consigli della dott.ssa Di Medio

il “decalogo” del Ministero della Salute

«Il coronavirus ci spaventa perché è “nuovo”. L’influenza miete più vittime. Cerchiamo pertanto di mantenere la calma e seguire invece i suggerimenti del Ministero della Salute».

Con poche righe pubblicate sul proprio profilo Facebook personale, la sindaca di Cassano delle Murge Maria Pia Di Medio, di professione medico di base, rassicura la cittadinanza in merito alla diffusione del COVID-19, il cosiddetto nuovo coronavirus che, nei giorni scorsi è arrivato anche in Italia.

Pochi e semplici i consigli della prima cittadina cassanese: «in caso di sospetto per eventuale contatto con persona sospetta o in caso di viaggi – scrive Di Medio – bisogna CHIAMARE il proprio medico che NON DEVE fare visita domiciliare se ritiene che ci sia sospetto di contagio (direttiva degli Ordini dei Medici) ma fare la segnalazione prevista al Centro di riferimento. Per il momento Cassano è immune…», conclude la dott.ssa Di Medio.

La sindaca ha anche condiviso il decalogo approntato dal Ministero della Salute sulle regole da seguire per evitare il contagio:

  1. lavarsi spesso le mani
  2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute
  3. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani
  4. coprirsi naso e bocca se si starnutisce o tossisce
  5. non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico
  6. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
  7. usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o si assistono persone malate
  8. i prodotti “Made in China” e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
  9. gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus
  10. contattare il numero 1500 se si hanno febbre o tosse o se si è tornati dalla Cina da meno di 14 giorni.

La Regione Puglia, intanto, con un bollettino diffuso dal direttore del Dipartimento Salute, Vito Montanaro, nella serata di ieri ha diffuso i risultati dei test effettuati al Policlinico di Bari sui pazienti che presentavano sintomi compatibili con N-COV19, tutti risultati negativi.

«Sono risultati negativi i test per SARS-CoV-2, l’agente del COVID-19, sui tamponi eseguiti su tutti i casi sospetti segnalati nelle ultime ore in Puglia». Scrive Montanaro: «in particolare, è risultato negativo il caso sospetto ricoverato alle Malattie Infettive di Lecce per cui c’era stato un grande allarme.

I test sono stati eseguiti presso il Laboratorio di Epidemiologia molecolare e Sanità Pubblica, indicato nella nuova circolare Ministeriale, emanata proprio ieri [sabato scorso, n.d.r.], quale centro di riferimento per la regione e già centro di riferimento regionale per la sorveglianza virologica dell’influenza e altri virus respiratori nonché per le nuove emergenze infettive.

Si ribadisce come sia fondamentale che i soggetti con recente viaggio in aree a rischio (Cina in particolare) oltre che in altre aree con circolazione sostenuta di nuovo coronavirus o i contatti stretti di casi sospetti e accertati, allertino le autorità sanitarie senza andare ai pronto soccorso», è l’appello finale del direttore del Dipartimento Salute della Regione Puglia, che assicura che «i test, dopo opportuna valutazione clinico-epidemiologica, saranno eseguiti tempestivamente».