fbpx

Nidi (Nuove Iniziative d’Impresa) e Microprestito della Regione Puglia: Puglia Sviluppo presenta, a Cassano, gli aiuti regionali per imprese e startup

Puglia Sviluppo ha pianificato in Terra di Bari un ciclo di incontri informativi sulle agevolazioni e le opportunità di finanziamento per avviare o sviluppare la crescita delle imprese.

Circa 25 gli appuntamenti pianificati in nelle grandi Città con presenze di aree industriali, artigianali e importanti attività commerciali.

Coinvolta nel progetto anche la Banca di Credito Cooperativo di Cassano delle Murge e Tolve che, lunedì 28 ottobre alle ore 17:30, presso la sala convegni in via Marconi 1 a Cassano delle Murge, ospiterà un incontro con le associazioni di categoria, istituzioni e professionisti per illustrare le opportunità di finanziamento per le imprese.

Interverranno: Saverio Tammacco, Consigliere di Amministrazione di Puglia Sviluppo SpA; Pierpaolo Caliandro, Responsabile Reti Territoriali di Puglia Sviluppo; Paolo Piscazzi, presidente della Banca di Credito Cooperativo; Maria Pia Di Medio, Sindaco di Cassano delle Murge.

Modera: Tommaso Forte, giornalista.

Durante l’incontro, che avrà a tema “Uno spazio per il sostegno al tuo progetto”, si discuterà di Nidi (Nuove Iniziative d’Impresa) e Microprestito della Regione Puglia.

Attraverso NIDI, misura che ha una dotazione di 77milioni di euro, la Regione Puglia sostiene le microimprese e gli studi professionali associati di nuova costituzione con un contributo a fondo perduto e un prestito rimborsabile. Le agevolazioni in favore delle nuove iniziative d’impresa (NIDI) possono arrivare fino a 120mila euro per gli investimenti, per interventi sino a 150mila euro, e 10mila euro per le spese di funzionamento. L’obiettivo, dunque, è quello di agevolare l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità di persone con difficoltà di accesso al mondo del lavoro.

Invece, il fondo Microprestito finanzia microimprese, liberi professionisti ed associazioni tra professionisti già esistenti da almeno 6 mesi con un fondo rotativo che ha una dotazione di 30milioni di euro. I finanziamenti sono erogati sotto forma di mutui quinquennali a tasso zero, tra i 5mila e i 25mila euro per realizzare nuovi investimenti e, soprattutto, sostenere le spese di gestione.

«Gestiamo una buona parte degli strumenti regionali di incentivazione per le imprese – spiega Saverio Tammacco, Consigliere di Amministrazione di Puglia Sviluppo SPA – finalizzati alla crescita occupazionale, sociale ed economica. Tali interventi finanziari hanno consentito di sostenere il sistema produttivo negli anni della crisi, promuovendo investimenti, competitività e occupazione. Non solo. Abbiamo dato un valore aggiunto alle imprese della nostra regione, siamo stati vicini alle loro esigenze, alle loro difficoltà. Questo, insomma, il nostro ruolo. Sono stati realizzati/progettati investimenti per oltre 4 miliardi di euro, generate le condizioni per una nuova occupazione pari ad oltre 20.000 nuove unità lavorative e erogate/previste risorse pubbliche per oltre 1 milione e mezzo di euro».

E ancora: «gli strumenti di agevolazione gestiti da Puglia Sviluppo, come organismo intermedio o finanziario, hanno la caratteristica peculiare di essere privi di scadenza, quindi sono sempre aperti finché ci sono risorse disponibili. In questo modo le imprese hanno la possibilità di presentare i propri progetti quando sono davvero pronte, con proposte valide e realizzabili, senza vincoli temporali».