fbpx

Obbligo di mascherine anche all’aperto e più controlli: l’Ordinanza della sindaca Di Medio. Stabile la situazione dei contagi a Cassano

Come annunciato nella giornata di ieri, la sindaca Maria Pia Di Medio ha emesso un’Ordinanza (la n. 42 del 22 settembre 2020) avente ad oggetto maggiori restrizioni volte al contenimento della diffusione del contagio da Sars-CoV-2.

L’Ordinanza Sindacale ha validità da oggi fino a lunedì 28 settembre. La sindaca Di Medio ribadisce l’obbligo di quarantena domiciliare per tutti i soggetti positivi alla Covid-19.

È fatto anche obbligo di isolamento fiduciario a coloro che siano entrati in contatto diretto con persone positive al tampone o per coloro che siano ancora in attesa dell’esito degli accertamenti sanitari già effettuati.

È obbligatorio, in ogni ora del giorno, il corretto utilizzo della mascherina su tutto il territorio comunale, anche all’aperto. Sono vietati gli assembramenti, all’aperto e al chiuso, in ambienti pubblici e in spazi o locali privati.

Resta consentita l’attività di ristorazione nel rispetto delle norme per il contenimento del contagio (rispetto del distanziamento sociale, uso dei dispositivi di protezione individuale, igienizzazione frequente delle mani).

Pubblici esercizi ed attività commerciali dovranno informare la clientela degli obblighi imposti dalle norme nazionali, regionali e dell’Ordinanza Sindacale.

I trasgressori delle norme previste dall’Ordinanza potranno ricevere una multa dai 50,00 ai 500,00 euro, in misura proporzionata all’entità della violazione.

Con un post pubblicato sulla pagina Facebook che il Comune di Cassano delle Murge utilizza per le comunicazioni ufficiali, si apprende che «tale scelta ha tenuto conto anche della disponibilità mostrata dai rappresentanti delle attività commerciali che hanno garantito un supporto in termini non solo di rispetto delle norme all’interno degli esercizi, ma si sono impegnati anche a collaborare al fine di evitare assembramenti nelle immediate vicinanze dei locali».

Nello stesso post, inoltre, il Comune informa che l’Ufficio di Polizia Locale sarà attivo fino alle ore 22:00 per il servizio di pattugliamento e, dopo le 22:00, «saranno sensibilizzate ulteriormente le Forze di Polizia, per un controllo capillare del territorio».

Sul sito istituzionale del Comune di Cassano delle Murge, intanto, è stato pubblicato un vademecum per la raccolta rifiuti al quale dovranno attenersi i soggetti in quarantena e quelli positivi alla Covid-19.

«Se si è positivi al coronavirus o si è in quarantena obbligatorio – si legge nel vademecum – l’indicazione è quella di non differenziare più i rifiuti di casa sino al risolversi della situazione di contagio».

I rifiuti dovranno essere raccolti in apposita busta nera sigillata ed inserita in una ulteriore busta nera sigillata ermeticamente, da depositare nel bidoncino grigio.

Per quanto riguarda l’evolversi della situazione dei contagi, dal Bollettino Epidemiologico ufficiale della Regione Puglia emerge che la situazione a Cassano delle Murge è stabile: il numero delle persone positive al test della Covid-19 è compreso tra 11 e 20.

In Puglia, nelle ultime 24 ore, sono stati effettuati 4.516 tamponi e sono stati registrati 67 casi positivi (34 in provincia di Bari). 2.190 è il numero totale dei casi attualmente positivi.