fbpx

Oltre la quarantena… le attività de “L’Ostello” ai tempi del CoronavirusOltre la quarantena… le attività de “L’Ostello” ai tempi del Coronavirus

di Teresa Olivieri  e  Alessandra Colucci  – membri del direttivo de “L’Ostello” e psicologhe

l’opuscolo realizzato e distribuito dall’associazione “L’Ostello” (foto da comunicato stampa)

A  seguito delle Disposizioni Ministeriali del 6 marzo 2020, volte al contenimento del rischio epidemiologico da COVID19, l’Associazione Culturale L’Ostello ha dovuto interrompere le attività “in presenza” con i Soci.

L’Associazione ha così avviato un lavoro di virtuale, opportunamente regolamentato, attraverso l’utilizzo di una piattaforma di messaggistica istantanea.

Ognuno dei partecipanti ha, previamente e con relativa dichiarazione scritta, sollevato l’Associazione da ogni responsabilità circa i limiti di privacy della chat di gruppo, impegnandosi a non diffondere dati, nomi e numeri di telefono ivi contenuti.

L’attività è stata coordinata dalla dott.ssa Marianna Naimo, Presidente dell’Associazione.

In una prima fase, i partecipanti hanno espresso le proprie riflessioni circa il tema dell’Isolamento sociale. L’appuntamento giornaliero in chat, ha permesso al singolo di guardare dentro di sé attraverso l’analisi del “sentire” contemporaneamente se stesso e l’altro e questo ha promosso una condizione di benessere oltre che una maggiore conoscenza personale. Lo stesso  ha favorito l’emergere di temi quali le emozioni, la natura, il valore della libertà e quello del tempo, la responsabilità, l’equilibrio e la consapevolezza e riteniamo che, attraverso questa focalizzazione sul “positivo” e sulla crescita personale, sia stato indirettamente sostenuto anche il sistema immunitario dei partecipanti.

Al termine di questo periodo, tutti i Soci partecipanti, hanno ricevuto un opuscolo in cui è stato raccolto il loro lavoro, della durata di oltre due mesi, che potrà far ricordare la quarantena, non solo come un periodo difficile, da dimenticare, ma come un momento arricchente, in cui la riflessione e la connessione con sé stessi hanno fatto da cornice alla crescita individuale.

Ed è stata  proprio la consapevolezza ad accompagnare i Soci che lo desideravano, in un successivo  lavoro  di ricerca personale, sempre a distanza,  all’interno di un gruppo più allargato, volto ad esplorare più in profondità,  tematiche di ordine esistenziale affrontate mediante un approccio  mindfulness.

L’Associazione, si propone di riprendere gli incontri in presenza, nel mese di giugno, nel rispetto delle normative sancite dall’ultimo DPCM.