fbpx

Pallavolo: la FIPAV annuncia la chiusura della stagione. Volley Cassano: «decisione giusta. Ripartiremo al meglio»

di Vito Surico

rimandati a tempi migliori gli abbracci in campo per esultare per un punto o una vittoria (foto Volley Cassano)

Arrivano le prime decisioni per quanto riguarda lo sport a seguito del lungo stop dovuto all’emergenza sanitaria.

La Federazione Italiana Pallavolo, si legge in un comunicato, «dopo un’attenta e approfondita riflessione sulla perdurante situazione emergenziale legata alla pandemia di Covid-19 (coronavirus), che sta interessando il territorio italiano e gli stati di tutto il mondo, ha decretato la conclusione definitiva di tutti i campionati pallavolistici di ogni serie e categoria.

[…] La Federazione Italiana Pallavolo, che fin dalle fasi iniziali di questa tragica pandemia – continua il comunicato – non ha mai fatto mistero della sua politica di gestione della situazione emergenziale, volta prioritariamente alla tutela della salute di ogni tesserato, con questi provvedimenti intende proseguire sulla strada intrapresa negli scorsi mesi».

Una decisione che era nell’aria già da tempo, dunque, anche per questioni pratiche legate allo stop forzato degli atleti, e che ora diventa concreta e ufficiale.

Una decisione che non sorprende la Volley Cassano: per la società del presidente Lacasella e del tecnico Masiello, dunque, finisce la stagione 2019-2020.

Nessun rammarico, però: «è l’unica strada da percorrere», scrivono dalla Volley Cassano in un post su Facebook. E lo sguardo è già rivolto al futuro: «non è finito nulla. Siamo tigri… e tra poco avremo ancora fame».

Ma quale sarà il futuro della pallavolo e della Volley Cassano? La FIPAV, nel comunicato con il quale comunica la chiusura definitiva della stagione, annuncia anche che non vi saranno, per il campionato 2019-2020, «assegnazione degli scudetti, delle promozioni e delle retrocessioni tutti i campionati nazionali, regionali e territoriali».

La stagione 2020-2021, dunque, sarà una sorta di “2019-2020 bis”. E la Volley Cassano attende che si possa tornare sul parquet per allenarsi, anche perché vorrà dire che l’emergenza sanitaria è finalmente finita: «abbiamo una pausa un po’ più lunga per prepararci meglio al 2020-2021. Lavoriamo, sudiamo, esultiamo, ci divertiamo, giochiamo in palestra da agosto a luglio, da sempre. A chi crede di aver buttato tempo, denaro, sogni, speranze… diciamo che anche quando si perde una partita, un campionato, ti resta sempre qualcosa: l’esperienza».

È la stessa speranza e la stessa determinazione che manifesta anche il capitano delle tigri, Guido Ragucci: «credo che ricominceremo da dove ci siamo fermati, inizieremo una nuova stagione sperando di riuscire a svolgere nel migliore dei modi allenamenti e gare e gestire al meglio tutto il movimento pallavolistico del nostro paese, tenendo conto della pandemia e ovviamente sperando che tutto torni alla normalità il più presto possibile».

Per Ragucci, inoltre, è giusta anche la decisione di non assegnare promozioni e retrocessioni: «capisco che associazioni e società hanno speso soldi, tempo e impegno per questa stagione – afferma – con gli stessi atleti che si sono impegnati per dar vita a partite emozionanti come ogni anno. Ma, a mio avviso, non c’era altra strada da percorrere. Anche la scelta di non assegnare scudetti, promozioni e retrocessioni è una cosa logica: fino all’ultima partita, all’ultima gara dei play off e dei play out può succedere di tutto. Una sola gara in meno avrebbe deciso le sorti di un’intera associazione, quindi anche se non avessimo giocato una gara, secondo me, non si sarebbero potute assegnare promozioni e retrocessioni».

E il movimento pallavolistico cassanese era davvero in un’ottima fase, sia per il campionato di Serie D, sia per la crescita dei futuri atleti: la Volley Cassano, al momento dello stop al campionato, occupava la terza posizione nel Girone A di Serie D con 31 punti (frutto di 9 vittorie e 5 sconfitte, quattro delle quali solo al tie-break), aveva avviato l’attività dell’open misto CSEN (con grandi soddisfazioni sia in allenamento che in campionato, con un buon piazzamento in classifica), le attività giovanili e poco prima dello stop era anche cominciato il campionato di Seconda Divisione Maschile, che ha visto però lo svolgersi di un’unica partita, proprio della Volley Cassano che si è imposta per 3-0 sul Cellamare.