fbpx

Parcheggio disabili, “Per Crederci Ancora”: «il Sig. Sindaco non può banalizzare una questione così delicata»

dal Gruppo Consiliare “Per Crederci Ancora”

il gruppo consiliare "Per crederci ancora" (foto d'archivio)
il gruppo consiliare “Per crederci ancora” (foto d’archivio)

Siamo ormai alle turbe comportamentali.

Pensavamo che almeno su argomenti sensibili come la disabilità ci potessero essere risposte serie e soddisfacenti, non per noi dell’opposizione ovviamente, ma per i cittadini che pagano le tasse e hanno diritto di ricevere attenzione ai loro bisogni.

Nel Consiglio Comunale del 29 ottobre scorso, abbiamo rivolto una interpellanza al Sindaco per sapere come mai le istanze per la realizzazione degli stalli per portatori di handicap non fossero state evase o, perlomeno, non ci fosse stato alcun provvedimento di programmazione o di rinvio. L’interpellanza ve la proponiamo integralmente.

Oggetto: parcheggio disabili

ACCERTATO che diversi cittadini attendono ormai da molti mesi, alcuni anche da oltre un anno, la istituzione di apposito stallo per portatori di handicap nei pressi delle loro abitazioni;

CONSIDERATO che trattasi di interventi non più procrastinabili, in particolare in alcune zone, al fine di garantire non solo il legittimo diritto ma anche ad evitare spiacevoli liti tra vicinato;

INTERPELLIAMO: il Sindaco e/o l’Assessore competente, per conoscere quando si intenderà dare seguito alle legittime richieste dei cittadini portatori di handicap, soprattutto in virtù del fatto che è un intervento dal costo estremamente limitato.

Questa la risposta del Sindaco Lionetti fornita in sede di ultimo CC (29/11/2015): ad oggi non risulta agli atti alcuna istanza.

Capiamo le difficoltà nell’amministrare una comunità, ma prendersi gioco di chi attende da oltre un anno un sacrosanto diritto riconosciuto dalla legge, no. Questo proprio no!

Purtroppo siamo stati costretti ad assistere, in questo anno e mezzo, alla demolizione della struttura amministrativa di questo Comune, che lo ha reso vulnerabile ed inefficiente anche per i piccoli interventi di miglioramento della qualità di vita.

Girando per gli uffici abbiamo avuto modo di constatare che:

  • le comunicazioni, regolarmente protocollate, non arrivano ai settori interessati nei tempi utili per la loro evasione;
  • il Settore PM è stato depauperato di operatori e funzioni di sua stretta pertinenza;
  • le attrezzature, di proprietà dell’Ente, sono state date in uso a privati ed utilizzate da personale non autorizzato (cioè NON DIPENDENTE DELL’ENTE, con tutte le possibili ricadute di responsabilità!).

Questa situazione ha, come conseguenza, quindi la assoluta mancanza di risposta ai bisogni più semplici dei cittadini in difficoltà.

Avevamo fatto un Patto, al di là dei colori politici, per una Città Sana, per il miglioramento della qualità di vita.

NON HANNO RISPETTATO NEMMENO LA PAROLA DATA DAVANTI AI CITTADINI!!!!!!!!

Il Sig. Sindaco (dato che è solo il titolo che gli interessa) non può banalizzare su una questione sensibile e delicata come quella dei parcheggi per portatori di handicap, non deve cercare giustificazioni che non ha, non deve cercare di mascherare, dando le colpe ai dipendenti, il disastro che ha fatto perché pensava di dimostrare così il suo potere. Fare politica, amministrare la cosa pubblica, è fare servizio, risolvere i problemi dei cittadini…..non crearne altri! Non può dare il meglio di se solo quando deve distribuire incarichi agli amici degli amici…….

Per dimostrare quanto da noi affermato, alleghiamo, una per tutte, la richiesta datata 30 ottobre 2014, di cui, per ragioni di riservatezza, oscuriamo l’identità dell’interessato. Assicuriamo che ce ne sono altre, basta cercarle.