fbpx

Pari dell’Atletico a Casamassima. Amoruso: «c’è delusione. Abbiamo sbagliato l’approccio»

di Vito Surico

il riscaldamento dell'Atletico Cassano sul campo del Grazy Four Casamassima poco prima della partita (foto dalla pagina Facebook dell'Atletico Cassano)
il riscaldamento dell’Atletico Cassano sul campo del Grazy Four Casamassima poco prima della partita (foto dalla pagina Facebook dell’Atletico Cassano)

Un pareggio che ha l’amaro sapore della sconfitta per l’Atletico Cassano in quel di Casamassima nell’8ª giornata del campionato di Serie C1 di calcio a 5, giocata sabato 25 ottobre, contro il Grazy Four.

Due punti persi che impediscono agli uomini di Gabriele Vitulli di portarsi a ridosso delle prime in classifica anche in virtù del pareggio del Futsal Canosa in trasferta contro il Futsal Messapia Brindisi: classifica che, comunque, resta corta con otto squadre in soli 5 punti. A guidarla, infatti sono il Five Bari e il Futsal Capurso, appaiate a 18 punti, seguite da Futsal Canosa a 17, Casalsavoia a 16, Aquile Molfetta a 15, Atletico Cassano e Futsal Messapia Brindisi a 14 e Jonny Frog Castellaneta a 13. Futsal Capurso e Futsal Canosa recupereranno, domani, la partita rinviata nella 4ª giornata, mentre l’Atletico avrà, sabato prossimo, lo scontro diretto contro il Jonny Frog Castellaneta per la 9ª di campionato.

LA PARTITA

Squalificato mister Vitulli, in panchina va il secondo e preparatore dei portieri Davide Baldassarre che deve rinunciare a capitan Casalino (anch’egli fermato per un turno dal giudice sportivo) e schiera, così, Genchi tra i pali, Amoruso nel ruolo di centrale difensivo, Vera e Ramos sulle laterali a sostegno di Anastasìa, capitano.

Partono subito forte i padroni di casa che vanno al tiro per tre volte nei primi tre minuti di gioco: prima con Borrelli dalla destra e poi con Linzalone dalla sinistra, senza centrare la porta di Genchi che, successivamente deve intervenire su un tiro di Borrelli e, sugli sviluppi di un corner, è ancora Linzalone a non inquadrare lo specchio della porta.

L’Atletico Cassano subisce il Grazy Four Casamassima: i biancoazzurri sono “sulle gambe” e non riescono a costruire una manovra concreta. Il primo tentativo è di Amoruso che, dopo una buona ripartenza, calcia verso la porta di Lopriore e guadagna un calcio d’angolo.

Ma il Grazy Four è sempre pericoloso: al 5′ riparte Linzalone e trova, al centro Borrelli fermato in extremis da Vera che, a sua volta, tenta l’incursione nella metà campo avversaria, senza fortuna perché fermato in area. Poco dopo è Anastasìa a far tremare il portiere di casa con un destro che termina sul palo.

Al 7′ prima vera occasione per l’Atletico Cassano con Ramos che subisce un fallo al limite, sul lato sinistro dell’area di rigore. Il suo non è un tiro, ma un assist per Anastasìa che non trova la correzione vincente e il pallone sfila a lato sulla sinistra di Lopriore.

In 5 minuti, poi, i due gol del Grazy Four Casamassima: al 9′ Ramos perde palla a centrocampo, pressato da Sassanelli che serve Daddabbo sulla destra, a tu per tu con Genchi, il numero 10 non sbaglia e realizza il meritato vantaggio per i padroni di casa. Pronta reazione dell’Atletico con Ramos, poco fortunato. Al 12′ ci prova anche Anastasìa, liberato in posizione favorevole da Vera, con un destro da fuori area che non inquadra lo specchio della porta. Al 13′ nuovo pericolo per l’Atletico con Straziota che perde palla sulla sinistra a vantaggio di Borrelli che tira fuori. Ma un minuto dopo arriva il raddoppio dei padroni di casa con Linzalone che, partendo dalla propria metà campo, arriva dalle parti di Genchi e con una puntata precisa di destro lo batte per il 2-0.

L’Atletico non riesce a creare occasioni concrete, anche grazie alla disposizione dei padroni di casa, chiusi in difesa in attesa della palla buona per ripartire: al 15′ Vera ci prova da lontano, ma il tiro termina fuori. Al 18′ ancora pericoloso il Grazy Four con Linzalone che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, tira fuori. Al 19′ ancora pericolo per i biancoazzurri, sempre con il capitano neroverde, che riceve palla e si invola verso la porta di Genchi che non riesce ad anticipare l’avversario e finisce a terra. Il tiro del laterale casamassimese finisce, fortunatamente, sull’esterno della rete.

Il nuovo tentativo dell’Atletico di rifarsi sotto passa per i piedi di Vera che, dopo uno scambio con Straziota, mette a sedere il portiere avversario e tira a botta sicura verso la porta sguarnita ma Sassanelli è sulla linea e, di petto, respinge.

Ci prova anche il rientrante D’Ambrosio, finalmente recuperato dalla tendinite, ma il suo tentativo è alto. Al 21′ è la volta di Straziota, ma la conclusione è inefficace. Al 23′ è Ramos che, solo davanti a Lopriore, si fa fermare in angolo e, successivamente, tocco al centro di Vera, per un soffio non ci arriva D’Ambrosio. Ancora Ramos, al 26′, ancora Lopriore chiude lo specchio della porta.

Nel finale dei primi 30 minuti di gioco doppia occasione per il Grazy Four prima con Borrelli che calcia fuori dopo una confusa azione nell’area di rigore dell’Atletico Cassano e poi con Sassanelli, impreciso. Nel mezzo Straziota e Ramos sono sfortunati in attacco: guadagnano solo un paio di calci d’angolo.

Atletico Cassano molto più propositivo nella ripresa: subito un doppio tentativo di Ramos che trova sempre la respinta di Lopriore. Poi, al 2′ minuto, Amoruso ruba palla all’avversario e serve Vera che prima tira di poco alto poi, da posizione centrale non inquadra lo specchio della porta. E ancora l’argentino ci prova, dopo una fitta rete di passaggi, ma si oppone il portiere di casa.

Rovesciamento di fronte e Genchi deve salvare su Borrelli e su Sassanelli.

Ma è l’Atletico che insiste: Anastasìa calcia dalla sinistra e guadagna un corner. Poi Vera spreca da solo davanti al portiere facendosi anticipare.

Al 7′, finalmente, il gol dell’Atletico Cassano con un’autorete di Linzalone: scambio nello stretto Ramos-Vera-Ramos, palla sul destro dello spagnolo che calcia a botta sicura. Linzalone ci mette maldestramente il piede e la palla si insacca sotto la traversa.

Dopo un tentativo di Sassanelli che, in girata impensierisce Genchi ed un tiro fuori di Borrelli, l’Atletico Cassano trova il pareggio all’8′ minuto: Genchi fa ripartire la squadra, palla a Vera che non sbaglia il gol del 2-2.

I biancoazzurri vogliono i tre punti e cominciano ad attaccare con più convinzione: Anastasìa guadagna un angolo, palla ad Amoruso che calcia centrale e Lopriore non ha grossi problemi. Pericolo per Genchi con una ripartenza di Linzalone: il portiere dell’Atletico è impeccabile.

Si va avanti con continui ribaltamenti di fronte: l’Atletico propone, il Grazy Four aspetta e riparte. Così al 13′ ci prova D’Ambrosio mentre per i padroni di casa Borrelli e Sassanelli provano a chiuderla ma Genchi tiene a galla i compagni.

Dal quarto d’ora della ripresa salgono in cattedra gli arbitri con una serie di decisioni discutibili: su tutte l’espulsione di Ramos. Il laterale dell’Atletico viene fermato dall’avversario e allarga sconsolato le braccia. Per l’arbitro invece è simulazione e secondo cartellino giallo (nel primo tempo lo spagnolo era stato ammonito per proteste). Atletico in inferiorità numerica ma il Casamassima non concretizza.

Passano due minuti e l’Atletico torna in 5 con l’ingresso di Vito Papa che, appena entrato, si inserisce tra le linee degli avversari rubando palla e involandosi, indisturbato, verso la porta del Grazy Four Casamassima. Lopriore è incerto e Papa tira a colpo sicuro. Il pallone rimbalza sulla parte interna del palo, ci riprova il 7 cassanese da posizione defilata ma trova l’altro legno a negargli la gioia del gol.

Al 19′ Straziota viene fermato in maniera irregolare, non per l’arbitro che lascia correre, e Borrelli ne approfitta per l’ennesima sfuriata offensiva fortunatamente sventata dalla difesa dell’Atletico Cassano.

Al 28′ ultimo pericolo per l’Atletico con D’Ambrosio che scivola favorendo ancora Borrelli, Genchi è pronto e devia in angolo.

Nei minuti finali l’Atletico ci prova con Anastasìa nel ruolo di quinto di movimento, ma senza fortuna e, poco prima del triplice fischio è Vera a sprecare la palla del sorpasso quando da posizione ottimale calcia a lato con Straziota liberissimo sul secondo palo.

Il Grazy Four Casamassima può, così, esultare per un punto guadagnato mentre l’Atletico ha da recriminare per altri due punti persi contro una squadra che punta alla salvezza. I cassanesi protagonisti di quella che è, probabilmente, la peggiore prestazione stagionale: stanchi (forse per aver dato tanto contro il Futsal Capurso), sulle gambe (forse anche a causa del campo sintetico a cui i cassanesi non sono abituati) e poco precisi sotto porta.

Al di là di un arbitraggio ancora una volta arrogante e supponente, l’Atletico Cassano non ha mai dato veramente l’impressione di poter portare a casa i 3 punti.

LA VOCE DEI PROTAGONISTI

Mirko Amoruso
Mirko Amoruso

Mirko Amoruso, sabato, ha sostituito lo squalificato Casalino ed è stato protagonista di una prestazione di sacrificio, come tutta la squadra, proponendosi anche con un paio di tiri pericolosi: «sono molto dispiaciuto per il risultato – dice il numero 4 dell’Atletico Cassano – perché la nostra è una squadra molto forte e abbiamo tutte le carte in regola per vincere questo campionato. Purtroppo sta capitando troppo spesso che regaliamo un tempo ai nostri avversari e c’è chi non ci perdona. Sapevamo che avremmo trovato una squadra chiusa negli 11 metri e pronta a farci male in contropiede – continua Amoruso –, ammetto anche che eravamo un po’ stanchi (6 partite in un mese sono state un po’ pesanti), ma non troviamo scuse, la partita, se l’abbiamo pareggiata, è stata solo colpa nostra. Abbiamo sbagliato l’approccio».

Testa al Jonny Frog Castellaneta, squadra già affrontata nell’andata dei quarti di finale di Coppa Italia: «ormai quella partita è il passato. Dobbiamo pensare al futuro e sicuramente la partita di sabato non sarà semplice, ma loro troveranno un Atletico Cassano arrabbiato e pronto a riportare i 3 punti a casa. Credo in mister Vitulli e in questo gruppo. Siamo i più forti e lo dimostreremo sul campo».

Davide Baldassarre
Davide Baldassarre

È deluso anche Davide Baldassarre, in panchina al posto di Gabriele Vitulli: «approccio sbagliatissimo, nonostante tutto quello che è stato detto in settimana e ieri [sabato, n.d.r.] prima del match». Per Baldassarre, addirittura, il pareggio è «immeritato. Il Casamassima ha avuto 5, 6 azioni da gol sventate dall’ottimo Genchi nel secondo tempo. Abbiamo concesso troppe occasioni e troppe ripartenze. Ho visto una squadra sfilacciata, poco incline al sacrificio e, purtroppo, c’è stata poca collaborazione in campo: non si possono sempre risolvere le partite con azioni individuali e, dispiace dirlo, sabato abbiamo sbagliato tutto quello che c’era da sbagliare. Non avevano testa e gambe e, per una squadra che punta in alto, questa cosa non va bene».

Imparare dagli errori per guardare avanti: «speriamo che questa mezza sconfitta ci serva a riflettere e a capire e risolvere una volta per tutte il problema dell’approccio mentale. Tra Altamura e Casamassima abbiamo lasciato 4 punti, esattamente quelli che ci sarebbero serviti per stare in testa: come avevo detto, ripeto, era fondamentale non sbagliare l’approccio. Ma credo che adesso non possiamo sbagliare più niente. Dobbiamo entrare in campo consapevoli delle nostre forze e delle nostre capacità».

Già da sabato: «arriva il Jonny Frog – continua Baldassarre – e non sarà facile per niente, ma se vogliamo tenere il passo delle altre squadre, abbiamo un solo risultato. Diciamo che è il crocevia della nostra stagione. È una partita che non possiamo sbagliare per nessun motivo».

L’Atletico dovrà rinunciare a Ramos, sabato prossimo, espulso contro il Casamassima e che verrà, sicuramente, squalificato: «la sua assenza sarà pesante, ma abbiamo le potenzialità per sostituirlo egregiamente, visto che comunque anche nelle prime due partite non ha giocato per intoppi nel tesseramento e abbiamo fatto comunque bottino pieno. Poi, martedì, ritroveremo il Jonny Frog in Coppa, e sarà un’altra partita fondamentale, perché anche la Coppa Italia è un nostro obiettivo».

Insomma, per Baldassarre, bisognerà lavorare per «ritrovare le energie mentali e fisiche che ci hanno contraddistinto nelle prime uscite stagionali e cercare di giocare più da squadra».

IL TABELLINO

GRAZY FOUR CASAMASSIMA – ATLETICO CASSANO: 2 – 2 (p.t. 2 – 0)

GRAZY FOUR CASAMASSIMA: Lopriore, Fortunato, Linzalone, Ostello A., Borrelli, Pastore, Sassanelli, Daddabbo, Ostello F., Micucci, De Tommaso, Gasparro. Dirigente: Michele Barnabà

ATLETICO CASSANO: Genchi, Amoroso, Vera, Papa V., Anastasia, Passarelli, D’Ambrosio, Straziota, Papa G., Giorgio, Volarig, Ramos. Allenatore: Davide Baldassarre

ARBITRI: Vincenzo Buzzacchino di Taranto & Antonio Schirone di Barletta

MARCATORI: Daddabbo (GFC), Linzalone (GFC), aut. Linzalone (AC), Vera (AC)