Nuove norme per migliorare l’efficienza energetica, progetti per ridurre i costi delle chiamate e premio LUX. Ecco alcuni dei punti chiave dell’agenda della plenaria del 12-15 novembre.

Efficienza energetica

Lunedì 12 è prevista la discussione parlamentare in merito ai nuovi obiettivi europei per aumentare l’uso delle rinnovabili e migliorare l’efficienza energetica. Il voto è programmato per martedì.

Entro il 2030 almeno il 32% del consumo energetico in Europa deve provenire da fonti energetiche rinnovabili, come quella solare o eolica. Scopri di più.

Bilancio a lungo-termine dell’Europa

Mercoledì 14 invece l’agenda prosegue con il voto delle priorità per il prossimo bilancio a lungo-termine dell’Europa, inclusi i fondi sufficienti per la ricerca, la lotta contro la disoccupazione giovanile, gli investimenti nelle infrastrutture e il supporto per le piccole e medie imprese. Guarda la pagina dedicata.

Chiamate più economiche

Nel corso della giornata di mercoledì 14 gli eurodeputati sono chiamati a discutere sul pacchetto telecomunicazioni, che mira ad abbassare i costi a un massimo di 19 centesimi al minuto per le chiamate tra i paesi europei e di 6 centesimi per i messaggi di testo a partire dal 15 maggio 2019. Le regole mirano anche a incrementare gli investimenti necessari per rendere la connettività 5G disponibile nelle città europee dal 2020, così da rendere i servizi di telecomunicazioni molto più veloci.

Premio LUX

Mercoledì è il giorno in cui sarà annunciato il vincitore del premio LUX 2018. I tre finalisti dell’annuale premio cinematografico del Parlamento sono:

  • Druga strana svega/L’altro lato di ogni cosa di Mila Turajlić (Serbia, Francia, Quatar)
  • Kona fer í stríð/Woman at War (Donna in guerra) di Benedikt Erlingsson (Islanda, Francia, Ucraina)
  • Styx di Wolfgang Fischer (Germania, Austria)

Futuro dell’Europa

La Cancelliera tedesca Angela Merkel parteciperà al dibattito sul futuro dell’Europa del Parlamento in programma per martedì.

I diritti dei passeggeri ferroviari

Nell’agenda degli europarlamentari c’è anche il voto in merito alla proposta che offre ai passeggeri ferroviari più diritti, simili a quelli garantiti ai passeggeri aerei. Fra questi, il raddoppio del rimborso per treni in ritardo o cancellati.

Visto umanitario

I paesi europei dovrebbero essere in grado di fornire un visto umanitario alle ambasciate e ai consolati all’estero, così come previsto dalla proposta inserita nel dibattito di martedì 13.

Romania

Mercoledì 14 i riflettori sono puntati sullo stato di diritto in Romania, giorno in cui gli eurodeputati votano la risoluzione in merito alle ultime riforme giuridiche e il loro impatto sulla separazione dei poteri nel paese.

Sudafrica

Cyril Ramaphosa, presidente del Sudafrica, parteciperà alla plenaria nella mattinata di mercoledì 14.

Fonte: Parlamento europeo