la rotonda di via Bari (foto da comunicato stampa)

la rotonda di via Bari (foto da comunicato stampa)

Dal coordinamento cittadino PdL-Forza Italia di Cassano delle Murge riceviamo e pubblichiamo due note relative al palo sulla rotatoria di via Bari ed allo stato delle strade del nostro paese.

Ecco il comunicato sul palo di pubblica illuminazione.

«Quando erano in opposizione ci criticarono ferocemente perché per sostituire lo stesso palo di via Bari ci impiegammo circa tre mesi tra burocrazie varie e fornitura del palo. Oggi che sono maggioranza del paese di mesi ne sono trascorsi molto di più e senza risultati.

Più di dieci mesi alla guida del paese, tanti proclami sulla presunta “rinascita” un Assessore ed un super collaboratore non sono bastati per sostituire il palo della pubblica illuminazione delle rotonda di Via Bari. Palo che sta creando pericolo e difficoltà ad automobilisti e pedoni.

E pensare che quando erano in Consiglio comunale nelle file dell’opposizione avevano le soluzioni immediate a tutti i problemi, mentre oggi che sono al governare il paese risalta tutta la loro incapacità.

Ci auguriamo che le calde temperature primaverili facciano risvegliare i nostri superamministratori da questo lungo letargo che regna ormai da olter dieci mesi.

Sveglia!!!!! Speriamo che si la volta buona».

Di seguito, invece, la nota sulle strade.

«Continua la kermesse tra la nostra amata Cassano e lo stato Elvetico per chi si aggiudicherà il primato in materia di buchi.

Pare addirittura che il nostro Sindaco, come si dice… “se l’è messa proprio brutta in testa” ed ha deciso che DEVE vincere la sfida! C’è voglia di un altro primato! Negativo naturalmente.

Ironia a parte, si ha davvero l’impressione che chi amministra abbia preso il tutto come un gioco. Amministrare la cosa pubblica non è uno scherzo. Significa avere a cuore gli interessi di chi ci mette il suo denaro e ha la giusta pretesa non solo di vederlo speso con la diligenza del buon padre di famiglia ma che si spenda perché si viva in un paese vivibile.

E non hanno diritto forse i cassanesi perché l’Ente al più presto provveda a manutenere le strade della nostra amata Cassano?

Come ricorderete già ad ottobre 2014 avevamo segnalato lo stato di cattiva manutenzione delle strade del paese. Buche, caditoie, vere e proprie voragini. L’impressione che si ha è che chi tanto dice di avere a cuore questo paese menta ben sapendo di mentire.

I fatti parlano chiaro. Questa amministrazione è indifferente alle tante richieste dei cittadini che vogliono vedere ripristinato il manto stradale, di cittadini che vogliono vedere tutelato il loro buon diritto a vivere in un paese che sia sicuro e che non li sottoponga al pericolo di dover incorrere in una buca e subire danni sia materiali che fisici, vista le pericolosità di alcune buche.

In attesa che qualcuno si risvegli dal lungo letargo, vi segnaliamo alcune situazioni di grave pericolo che potrebbero causare danni a cose e persone.

Come per esempio alcune caditoie di via Colamonico,  via Paolo VI°, via Indipendenza,  caditoie e buche in zona industriale, alcuni pericolosissimi tombini e tanto altro ancora.

Noi, come vedete, a differenza di qualcuno, non siamo in letargo ma siamo bene vigili e attenti.

A dicembre scorso i componenti di opposizione presentarono un’interpellanza in Consiglio Comunale mettendo in risalto il cattivo stato del manto stradale ed i pericoli che ne potevano derivare, subito dopo abbiamo chiesto a gran voce di intervenire per evitare il peggio, ma,  anche a questa l’amministrazione è rimasta indifferente.

Indifferenza. Indifferenza, sciatteria o menefreghismo?

Dovete sapere che nel periodo incriminato, e cioè da quando abbiamo chiesto di intervenire fino a quando sono stati fatti interventi parziali sono oltre 20 le richieste di risarcimento danni pervenute all’Ente per i danni subiti dai cittadini a causa delle buche presenti sul manto stradale. Cui prodest?

A cosa è servito nei mesi addietro rattopparle con la sabbia? Ve lo diciamo noi: a niente, perché da Novembre 2014 a Dicembre 2014 le richieste sono state più di 10, ed altrettante nei mesi successivi.

Si sarebbe dovuto intervenite in tempo e la conseguenze le pagheremo noi, di tasca nostra.

E’ non è forse ingiusto anche alla luce del nuovo salasso dei tributi locali a firma di “Rinascita”?

Ebbene, Sindaco, che intende fare? Si è davvero messo in testa di voler vincere la sfida con la patria dell’Emmental?

Noi auspichiamo che si ravveda o per lo meno esca dal lungo letargo in cui sembra caduto e che finalmente metta in atto le tante promesse sbandierate in campagna elettorale, perché di quelle, fin’ora nessuna è stata mantenuta.

Coordinamento Cittadino PDL-FI Cassano delle Buche. No scusate delle Murge!»

 

Tags: , , ,