fbpx

“Radici e Ali”: a breve il bando regionale per le filiere culturali. Zullo: «spero in sinergie utili alla riapertura del Cinema “Vittoria”»

(foto d’archivio)

Con la Delibera di Giunta Regionale n. 2230 del 29 novembre 2018, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 4 del 14 gennaio 2019, sono state emanate le linee guida per gli Interventi di sostegno alle imprese delle filiere culturali, turistiche e dello spettacolo –  “Radici e Ali”.

È intenzione della Regione supportare le Micro, Piccole e Medie Imprese Culturali e Creative favorendo l’imprenditorialità giovanile nel settore dei servizi integrati culturali e di accoglienza, con valenza intersettoriale e interdisciplinare per la creazione di contenuti innovativi e servizi complementari connessi alla valorizzazione e alla migliore fruizione degli attrattori culturali e naturali.

Gli interventi puntano a stimolare la crescita e l’occupazione del settore, nonché a diversificare e ampliare la qualità dell’offerta culturale al pubblico, attraverso la «valorizzazione e la riqualificazione delle sale cinematografiche in esercizio o attualmente dismesse o chiuse, identificabili come attrattori culturali del territorio regionale o collegate ad identificati attrattori culturali e naturali del territorio regionale per rafforzare la filiera dell’audiovisivo e la presenza di presidi socio-culturali soprattutto in ambiti territoriali che ne siano sprovvisti; la valorizzazione degli spazi e dei luoghi d’arte e di pubblico spettacolo in termini di sostenibilità socio-culturale, economica e gestionale, sulla base di consolidate best practices, anche in favore della strutturazione di reti di residenze artistiche; l’adeguamento funzionale degli spazi e dei luoghi all’interno del patrimonio recuperato per accrescerne l’attrattività territoriale e la fruibilità; lo sviluppo di una cultura d’impresa della filiera culturale e creativa in un’ottica di crescita socio-economica dei territori di riferimento e di incremento dell’occupazione nel settore, favorendo la definizione di nuovi modelli economici e lo sviluppo delle capacità gestionali del patrimonio culturale, attraverso il ricorso alle migliori competenze specialistiche; la produzione e promozione di itinerari turistico-culturali, anche tematici, finalizzati alla conoscenza del patrimonio e del territorio; lo sviluppo di servizi di coinvolgimento attivo del pubblico (audience engagement) e di formazione di nuovo pubblico (audience development), favorendo la diffusione di nuovi servizi e pratiche culturali sul territorio, anche in termini di accessibilità e di definizione di eventuali target specifici; l’integrazione e la contaminazione tra ambiti diversi della Cultura, del patrimonio materiale e immateriale, dello Spettacolo, delle Arti e del Turismo».

Uno degli aspetti che più interessa Cassano delle Murge è sicuramente quello inerente le sale cinematografiche: il Cinema “Vittoria”, storica sala cassanese che, dopo la gestione-Cosmo, per le incomprensioni tra il gestore e l’Amministrazione Comunale, è, infatti, ormai chiuso dall’autunno 2018.

Il Presidente del Gruppo Regionale Direzione Italia, Ignazio Zullo, auspica che «a Cassano possano svilupparsi sinergie politico-istituzionali ed imprenditoriali-associative tali da permettere la rivitalizzazione di un importante contenitore culturale del nostro paese che ha arricchito la nostra crescita per più generazione e che duole al cuore vederlo chiuso».

A breve la Regione Puglia emanerà il bando ai fini della concorrenza ai finanziamenti e per Cassano e per il Cinema “Vittoria” si aprono nuove possibilità di crescita.