fbpx

Ridurre gli sprechi alimentari grazie al foodsharing e all’innovazione nelle PMI

Conclusa la fase informativa del roadshow del progetto InnoNets di Regione Puglia, ARTI, Legacoop e Politecnico di Bari.

Sostenibilità, foodsharing, nuove economie del recupero, innovazione sociale, contrasto allo spreco alimentare. Sono i temi al centro del ciclo di incontri promossi da Regione Puglia e ARTI – Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione, in collaborazione con Legacoop e Politecnico di Bari, che si sono svolti a Brindisi il 20 giugno, ad Andria il 21, a Lecce il 24, a Foggia il 25 a Bari il 26 e a Taranto il 27, nell’ambito del progetto InnoNets – Innovative Networks for the Agrifood sector.

Il progetto, finanziato nell’ambito del programma europeo di cooperazione territoriale Interreg V-A Grecia-Italia e che terminerà ad aprile 2020, mira a favorire la cooperazione territoriale fra la Regione Puglia e la Regione delle Isole Ionie (in Grecia) nel settore agroalimentare, attraverso processi di facilitazione dell’innovazione a favore delle piccole e medie imprese, perseguiti attraverso l’attivazione di living labs tematici che coinvolgano le organizzazioni di ricerca, le imprese, gli enti di governo del territorio e la società civile.

Uno dei temi cardine di InnoNets è il contrasto allo spreco alimentare, che in Italia vale quasi 16 miliardi di euro all’anno, circa l’1% del PIL. Lo sperpero di cibo non avviene esclusivamente nelle grandi catene dei supermercati, come erroneamente si pensa, ma soprattutto in casa (tra il 60% e 70% del totale). Per limitare il fenomeno, dal 14 settembre del 2016 è entrata in vigore la legge 166/2016, la cosiddetta norma “antisprechi”, la cui prima firmataria è stata l’onorevole Maria Chiara Gadda. La stessa legge è stata poi recepita per prima dalla Regione Puglia con la Legge regionale del 18 maggio 2017, n. 13.

Il roadshow, appena concluso, è stata suddiviso in: sessioni mattutine, a cui hanno partecipato la Regione Puglia – Sezione Ricerca, Innovazione e Capacità istituzionale e Sezione Inclusione sociale attiva e innovazione delle reti sociali, e ARTI, che ha illustrato il progetto InnoNets e le sue opportunità, insieme a Legacoop Puglia; sessioni pomeridiane dedicate alle testimonianze di comunità locali, associazioni o enti che quotidianamente si occupano di recupero e redistribuzione delle risorse.

Da Brindisi è partita la testimonianza dell’Amministrazione comunale, rappresentata da Isabella Lettori, assessore al Welfare e ai servizi sociali e Roberto Covolo, assessore alle Politiche giovanili, che sta realizzando iniziative che spingono sia sul recupero delle risorse sia sui tagli alle eccedenze, per andare incontro ai bisogni della popolazione in questi ultimi anni sempre più gravi e allarmanti.

Fonte: ARTI – Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione – Sistema Puglia, Ricerca e Innovazione Tecnologica, Politiche per lo Sviluppo – Redazione Sistema Puglia