fbpx

Rifiuti: via ai controlli. Torna alla normalità la situazione al centro di raccolta

(foto d’archivio)

L’assessore alle Politiche Ambientali di Cassano delle Murge, Carmelo Briano, ha diramato nella giornata di oggi, attraverso il sito istituzionale dell’Ente, una “comunicazione inerente al servizio di igiene urbana”.

Nel comunicato si avvisa la cittadinanza che stanno per prendere il via i controlli sulla raccolta differenziata: «questo Assessorato, a seguito dell’insediamento della nuova Amministrazione Comunale – si legge – ha inteso avviare da subito controlli sul corretto conferimento dei rifiuti da parte delle utenze cittadine, si al fine di tutelare tutti quei cittadini che quotidianamente conferiscono secondo le regole, sia al fine di correggere quei comportamenti scorretti che possono pregiudicare l’avvio a recupero/smaltimento dei rifiuti e generare, nel contempo, aumento dei relativi costi. Infatti – continua Briano – recenti analisi merceologiche, condotte sulle frazioni plastica-lattine e organico, hanno evidenziato il superamento dei limiti per l’ammissibilità dei relativi rifiuti agli impianti di conferimento. In particolare per la frazione plastica-lattine è stata accertata la presenza di materiale estraneo per il 26%, mentre per la frazione organica il materiale estraneo non compostabile è stato del 7,60%; tali valori, in relazione alle franchigie contrattuali, comportano per la frazione plastica-lattine costi di smaltimento aggiuntivi, a quelli di trattamento, pari a € 120 per ogni tonnellata di frazione estranea, mentre per la frazione organica comportano un incremento della tariffa base contrattuale di € 9,10 per tonnellata».

I controlli da parte dell’Amministrazione, si apprende ancora dal comunicato, sono già stati effettuati nelle giornate di sabato 1° luglio e di martedì 4 luglio e sono stati affiancati da attività di sensibilizzazione alle utenze sui corretti comportamenti nel differenziare i rifiuti. Detti controlli «hanno interessato alcune vie del centro storico, con riferimento al conferimento della frazione organica e di quella secca residua, ed hanno palesato cinque infrazioni, per non corretto conferimento, in corso di sanzionamento ai sensi dell’Ordinanza Sindacale 16/2016. Tale tipologia di controlli sarà estesa su tutto il territorio comunale e su tutte le frazioni conferibili, sia porta a porta che presso la piattaforma attrezzata a centro di raccolta rifiuti».

Una seconda parte della comunicazione di Briano riguarda la situazione della piattaforma attrezzata a centro di raccolta: «l’accumulo di rifiuti venutosi a creare nei giorni scorsi presso la piattaforma della zona industriale, originatosi per cause non imputabili all’Amministrazione Comunale ma dovute principalmente al guasto del mezzo scarrabile con gru a ragno, utilizzato per la compattazione e carico dei materiali da inviare agli impianti, e secondariamente al fermo, in applicazione della Delibera di Giunta Regionale 1096/2012, di due autocompattatori, presso l’impianto complesso di trattamento RSU di Conversano per positività ai controlli radiometrici ai portali di ingresso dell’impianto, sta tornando alla normalità per effetto del rientro in servizio dalla mattinata odierna dei due compattatori e per il reperimento da parte del gestore rifiuti di un mezzo sostitutivo a quello dotato di ragno tutt’ora in riparazione».

Fin qui il comunicato dell’Assessorato alle Politiche Ambientali, c’è però da chiedersi se non sia il caso, prima di sanzionare e fare controlli, puntare con più convinzione su formazione, informazione e soprattutto verifica che queste cose siano state effettivamente recepite dalla cittadinanza. Intanto, però, Briano invita «tutta la cittadinanza a sentirsi partecipe della “cosa” Comune osservando le regole della raccolta differenziata al fine di assicurare alla nostra Città livelli di decoro, igiene e civilità degni di una comunità evoluta».