fbpx

Sabato 26 e domenica 27 agosto la 40ª Sagra della Focaccia. Presentato il programma

di Vito Surico

È tutto pronto per la 40ª edizione della Sagra della Focaccia che si terrà sabato 26 e domenica 27 agosto nel centro storico di Cassano.

Nel corso di una conferenza stampa, tenutasi ieri nella Biblioteca Comunale a palazzo Miani-Perotti, il presidente della Pro Loco “La Murgianella” Massimiliano Mallardi ha presentato il programma di questa edizione: «la vita ricomincia a 40 anni», ha affermato Mallardi nel presentare un programma ricco di novità. Dall’arte alla musica, dal cabaret alla focaccia, vera protagonista dell’evento che sarà preparata da panificatori cassanesi ma che vedrà stand anche di produttori del circondario.

Ad aprire la manifestazione sarà la personale di Antonio Laurelli, mostra d’arte contemporanea curata da Massimo Nardi presso la Pinacoteca Comunale. Il vernissage si terrà il 26 agosto alle ore 19.

Laurelli, ha spiegato il curatore Nardi, è un artista nato a Isernia nel 1943, ma vive ed opera a Bari. Ha insegnato nei licei artistici e nelle accademie e ha al suo attivo numerose mostre e premi. Durante la mostra saranno esposte anche alcune opere di Mauro Guaricci, facenti parte del progetto “At Full Blast!”, curato anch’esso da Massimo Nardi. A presentare sarà il Maestro Mario Colonna, autore, tra l’altro, dell’affresco presente nella chiesa Santa Maria delle Grazie a Cassano delle Murge.

La mostra resterà aperta fino al 3 ottobre anche per dare la possiblità alle scuole di visitarla.

In piazza Moro, invece, ci saranno gli spettacoli: sabato 26 spazio alla musica con Pierluigi Patimo, la bossa nova e ballerine brasiliane, mentre domenica 27 sarà la volta di Stefano Chiodaroli, il famoso panettiere (lupus in fabula!) di Zelig. A presentare le serate sarà Elisabetta Burdo.

Durante la manifestazione, inoltre, saranno espsote auto d’epoca e Fiat 500 in occasione anche del 7° Raduno delle Murge del Fiat 500 Club coordinamento di Cassano delle Murge, che si terrà proprio domenica 27 agosto.

Massimiliano Mallardi, inoltre, ha annunciato una sorpresa: qualcosa ancora da definire ma, ha affermato il presidente della Pro Loco, «se qualcuno pensa che Cassano sia morta, grazie a questa sorpresa sentirà battere il cuore di Cassano».

Fin qui la Sagra della Focaccia. Durante la conferenza stampa, a cui hanno partecipato anche alcuni componenti dell’Amministrazione Comunale (che ha stanziato 5.000 euro per la manifestazione) tra cui l’assessore al bilancio Annamaria Caprio e i consiglieri Filippo Panzarea e Francesca Marsico, il presidente Mallardi ha annunciato alcune novità a partire dall’intenzione di far sì che la Sagra sia sempre più grande e, soprattutto, abbia continuità nel tempo con convegni e piccole manifestazioni organizzate durante tutto l’anno. L’obiettivo è quello di far sì che entro tre anni la Sagra diventi un importante appuntamento anche in vista degli eventi legati a Matera 2019. La Pro Loco, inoltre, intende registrare un marchio della Sagra della Focaccia che, pare, sia già pronto e sia stato realizzato da Alessio Gravinese, autore anche della locandina della 40ª edizione dell’evento.

Novità, poi, ci sono anche all’interno della stessa Pro Loco: Mallardi ha annunciato che i rapporti con l’esterno li terrà Elisabetta Burdo. Per quanto riguarda il direttivo Pino Coce ricoprirà il ruolo di segretario e tesoriere, sostituendo Nicla Norciano che resta nel direttivo della Pro Loco insieme a Emanuele Campanelli (vice presidente), Nicola Piscazzi e Giuseppe Ferrante. Si registrano, poi, diverse iscrizioni: una Pro Loco, ha affermato Mallardi, che non vuole esser vista come un “conclave”, ma vuole aprirsi al territorio, portare persone a Cassano per esportare i nostri prodotti, ma per farlo c’è bisogno di persone di buona volontà e che vogliano impegnarsi.

E se Mallardi ha annunciato che presto verrà recuperato il sito internet della Pro Loco e verrà attivata la pec, una piccola nota dolente bisogna registrarla: la Pro Loco di Cassano è stata esclusa dall’Albo regionale delle Associazioni Pro Loco di Puglia 2017. L’iscrizione all’Albo, approvato ieri dalla Sezione Turismo della Regione Puglia, è condizione indispensabile per l’assegnazione di eventuali contributi regionali per lo svolgimento dei programmi annuali di attività turistica.

La Pro Loco “La Murgianella” non è nell’Albo poiché non avrebbe consegnato la documentazione nei termini (i primi 60 giorni dell’anno solare) ma stando a quanto affermato dal vice presidente Campanelli il ritardo è dovuto a un problema “tecnico”: i documenti sarebbero stati inviati per tempo (stando al timbro postale) ma sarebbero arrivati in Regione con qualche giorno di ritardo.

Poco male, comunque, si potrà ritentare l’anno prossimo.