da Legambiente Cassano delle Murge

i punti in cui sorgevano gli alberi abbattuti al quartiere Sacro Cuore (foto da comunicato stampa)

Necessario un Piano del Verde e Consulta per l’Ambiente a tutela della qualità della vita urbana, che non è fatta solo di marciapiedi e di strade per le auto.

Come Legambiente siamo molto delusi e rammaricati per la scarsa considerazione ricevuta dall’Amministrazione Comunale che non ha ancora risposto al nostro quesito in merito al perché del drastico abbattimento degli alberi in zona Sacro Cuore. Un azione estrema di cui contestiamo fortemente le modalità e i tempi con i quali si è svolta. Innanzitutto è mancata una informazione più precisa e anticipata rispetto all’esecuzione dell’intervento, in particolare per i cittadini delle zone direttamente coinvolte da un impatto di questo tipo ma anche per quelle associazioni ambientali che da anni collaborano con lo stesso Comune, al di là dei colori politici del momento, in termini di iniziative e campagne di educazione e sensibilizzazione ambientale.

Vorremmo capire meglio perché, e, in funzione di quali obiettivi… se nel progetto di riqualificazione del quartiere sono previste essenze arboree sostitutive lungo queste strade urbane, senza dimenticare il Pino abbattuto in piazza Dante a cui non ha fatto seguito alcuna nuova messa a dimora o le due nuove rotatorie di moderazione del traffico, ancora prive di verde.

Le alberature urbane – dichiara Pasquale Molinari, presidente Legambiente Cassano – sono un’opzione ambientale e paesaggistica e non un optional puramente ornamentale a cui si può rinunciare con disinvoltura, in un’ottica prettamente ingegneristica e architettonica o in funzione di richieste o proteste che non tengono conto di un interesse generale per la difesa della salute e della qualità della vita della città nel suo insieme.

Eppure gli alberi convivono con l’uomo da sempre ma, in questa particolare fase storica, sembrano porre problemi alla vita cittadina per la sicurezza, per le radici o per la caduta di foglie e semi, di cui qualche cittadino sempre si lamenta. Problemi comuni a molte città che possono e devono essere risolti con i necessari accorgimenti e le opportune risorse per le potature e la manutenzione dei marciapiedì. Del resto se in tutte le vie in cui le alberature creano problemi si dovesse intervenire drasticamente con il taglio rimarrebbe ben poco verde.

In merito alle voci, certamente infondate, di un Pericolo Verde causa di allergie – continua Molinari – rispondiamo citando un recente studio pubblicato a giugno 2016 sulla rivista Environmental Research e svolto dall’Istituto Mario Negri di Milano secondo cui asma e allergie aumentano con l’inquinamento e quindi non certo con gli alberi che al contrario sono in diminuzione. Pertanto il vero pericolo è di colore grigio e cioè lo smog che, purtroppo, non si elimina con le motoseghe.

Non riuscendo dunque, a comprendere questa florofobia o alberofobia e in attesa di un tempestivo riscontro comunale, vi diamo appuntamento alla nostra VI edizione di Puliamo Cassano – Alta Murgia Pulita che si svolgerà sabato 29 settembre dalle ore 9.00 alle ore 12.00 in fondo a Viale della Repubblica nei pressi dell’Ex Cava.

Il tema scelto per questa edizione 2018 è l’abbattimento costruttivo delle barriere culturali e sociali. Infatti l’attività di Puliamo il mondo può essere un ottimo trampolino di lancio per l’adozione di politiche di inclusione sociale in cui tutti i cittadini siano attori partecipi e non solo spettatori dei cambiamenti in atto.

Motivo per cui come Legambiente Cassano abbiamo avviato da diverso tempo un’importante collaborazione con il centro SPRAR (Servizio centrale del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) presente sul territorio.

E così “Puliamo il Mondo” diventa un’opportunità, semplice e naturale, per ripulire molti pregiudizi e conoscere questi ragazzi con cui iniziare, tutti insieme, una partita contro le discriminazioni, mettendo in campo la lingua universale dell’amicizia.

Perché il volontariato ambientale ed il recupero della bellezza, possono essere utili all’integrazione, infondo “tutto il mondo è paese”.

Pertanto la cittadinanza, le associazioni, gli istituti scolastici e sopratutto il Consiglio Comunale Tutto, sono invitati a partecipare, fianco a fianco, per dare un segnale forte contro l’incuria e la mancanza di senso civico.

Possono partecipare tutti, compresi bambini. Puliamo il mondo infatti rientra tra le manifestazioni riconosciute dal MIUR in quanto è un’attività educativa a tutti gli effetti.

Insomma, Legambiente Cassano vi dà appuntamento per sabato 29 Settembre alle ore 9.00 sul piazzale in fondo a Viale della Repubblica, nei pressi dell’ex Cava (incrocio con Via Coppi Fausto) per il consueto briefing e la distribuzione dei kit di pulizia per adulti e per bambini. La tipologia di rifiuti che verranno rimossi è di varia natura e consistenza. L’area scelta pur essendo molto bella è già stata oggetto di bonifica nel 2016 ma è nuovamente ricca di “scheletri nell’armadio”.

La conclusione dei lavori è prevista al massimo per le ore 12.00.

L’iniziativa è sostenuta dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia che ha messo a disposizione gratuitamente i kit di pulizia (magliette, cappelli, guanti, buste).

Si ringrazia anche il Comune di Cassano delle Murge per il patrocinio gratuito.

Chiunque voglia condividere sui social il proprio Puliamo il Mondo può utilizzare l’hashtag #PuliamoCassano lanciato lo scorso anno sulla pagina Facebook “Legambiente – Cassano delle Murge”.

… PULIAMO IL MONDO DAI PREGIUDIZI…

 

Tags: , , , , ,