Il 3 ottobre il Parlamento europeo ha approvato nuove regole per incoraggiare la collaborazione nella valutazione delle tecnologie per la salute.

Le nuove norme sulla valutazione delle tecnologie per la salute (HTA, ossia Health Technology Assessment) hanno l’obiettivo di promuovere l’innovazione, di incoraggiare la competizione e di far sì che gli strumenti sanitari più innovativi siano più velocemente a disposizione dei pazienti. Nelle regole saranno inclusi nuovi medicinali e alcuni nuovi dispositivi medici.

L’intervista con Soledad Cabezón Ruiz, responsabile della questione per il Parlamento europeo e membro dell’Alleanza progressista di Socialisti e democratici al Parlamento europeo, chiarisce i vantaggi apportati dall’introduzione della nuova normativa.

Perché c’è bisogno della valutazione delle tecnologie sanitarie (HTA)?

Nella situazione attuale, ogni stato membro conduce le sue valutazioni sui benefici di ogni nuovo medicinale o dispositivo medico confrontandoli con le soluzioni esistenti. Questo modus operandi non solo porta a una duplicazione degli sforzi e a una perdita di efficienza, ma significa anche perdere l’opportunità di poter apportare miglioramenti qualitativi nelle tecnologie sanitarie. Queste nuove regole agevolano l’accesso dei pazienti alle tecnologie sanitarie sia in termini qualitativi sia relativamente al tempo.

Le nuove regole approvate dal Parlamento europeo mirano a promuovere la cooperazione sull’HTA tra gli stati membri. Cosa cambierà rispetto al modo in cui l’HTA è regolata adesso?

Una valutazione congiunta a livello europeo rende possibili dei miglioramenti sia per la qualità dei risultati disponibili sia per la valutazione stessa. Per esempio, ci sono degli studi che mostrano quanti sono i farmaci approvati per il trattamento del cancro che non hanno poi apportato effettivi miglioramenti nei tassi di sopravvivenza, nonostante i costi elevati di molti di questi medicinali.

Non meno importante è la fiducia in un sistema che può provvedere un processo che allo stesso tempo sia scientifico, indipendente e trasparente.

Quali benefici porteranno le nuove norme?

L’eliminazione di più valutazioni uguali creerà benefici sia per l’industria sanitaria sia per i pazienti. Per di più, poter essere capaci di differenziare il reale contributo dei nuovi prodotti curativi porterà un vantaggio al sistema sanitario, proprio come si aggiungono altre aree di collaborazione, come la medicina di precisione.

Cosa dovrebbe essere fatto ulteriormente per permettere un più ampio accesso a certi medicinali e incrementare anche l’innovazione?

Il problema dei costi elevati per certi medicinali e per alcuni dispositivi medici è un tema prioritario su cui urge l’azione legislativa della Commissione.

Cos’è l’HTA?

  • Un insieme di procedure volte a valutare il valore aggiunto dei nuovi medicinali e dei dispositivi medici.
  • Esempio: si chiede se un medicinale sia un trattamento effettivamente migliore da adottare contro certe malattie o se nuove pratiche e dispositivi medici risultino davvero efficaci nella diagnosi e nel trattamento di specifiche patologie.

I prossimi passi

Gli eurodeputati inizieranno i negoziati con i ministri degli stati membri una volta che il Consiglio europeo avrà stabilito la sua posizione in merito.

Fonte: Parlamento europeo