fbpx

Santorsola, con un video, torna sui fatti dell’ultimo Consiglio Comunale: «uno schiaffo ai cittadini. È stato l’atto della democrazia ferita»

Teodoro Santorsola, capogruppo di PrimaVera Cassano, attacca il gruppo di maggioranza X Te con un video su Facebook, ad una settimana dai fatti del Consiglio Comunale del 25 giugno scorso

Ad una settimana dai fatti consumatisi nel Consiglio Comunale dello scorso 25 giugno quando il gruppo di maggioranza X Te, ponendo una questione preliminare con l’assessora Caprio, ha abbandonato l’aula al momento di discutere il punto all’ordine del giorno proposto dai gruppi di minoranza per il ritiro in autotutela del bilancio di previsione e del DUP, approvati il 6 giugno, il capogruppo di PrimaVera Cassano, Teodoro Santorsola, torna sull’argomento con un video diffuso attraverso la pagina Facebook del suo gruppo consiliare.

«Ho bisogno di parlarvi, di dirvi delle cose importanti», esordisce Santorsola nel video in cui si rivolge ai cittadini per denunciare quello che definisce «l’atto della democrazia ferita».

Il capogruppo di PrimaVera Cassano esplicita poi il concetto riferendosi all’«abbandono da parte della maggioranza nell’ultimo Consiglio Comunale, quando le minoranze li hanno chiamati a confrontarsi su due atti importanti: quello del bilancio e quello della programmazione».

Due atti che, per la verità, hanno già portato a lunghissime discussioni in due diverse sedute di Consiglio Comunale: la prima, quella del 27 maggio, che ha portato al rinvio dell’assise proprio su richiesta dei consiglieri di minoranza che ne chiedevano approfondimenti; la seconda, invece, quella già citata del 6 giugno in cui gli atti di programmazione dell’azione dell’Amministrazione Di Medio sono stati approvati con l’abbandono dell’aula da parte dei gruppi di minoranza al momento del voto.

Santorsola rincara la dose: «perché hanno abbandonato l’aula? Perché non hanno voluto confrontarsi? Perché non ci hanno zittiti con i numeri, con la forza dei numeri e invece hanno preferito scappare come i codardi, come i coniglietti?».

Domande alle quali il capogruppo di PrimaVera Cassano non trova risposta, affermando che «il dubbio resterà sempre» ma, per Santorsola, il gruppo di maggioranza ha «lasciato anche un profondo segno nella città: non è giusto, non è corretto, non è assolutamente ammissibile che una maggioranza, di fronte al richiamo da parte delle minoranze di doversi confrontare su temi importanti, su quelli che per noi sono dei gravi errori, abbia potuto abbandonare, nel momento più importante, l’aula consiliare che rappresenta tutta la città. La ferita non è alle minoranze, la ferita è certamente alla città, ai cittadini, alle persone oneste che vorrebbero vedere una Cassano migliore».

Infine la promessa: «tornerò sull’argomento e vi informerò per dirvi quelli che saranno gli sviluppi che certamente ci saranno».