fbpx

Scuola media: aperte le buste, 4 ditte in “anomalia tecnica”, ora tocca al RUP

di Nicola Surico

il plesso di via Mameli dell’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo”

Era giovedì 25 luglio il giorno fatidico per l’aggiudicazione della gara d’appalto per i lavori alla scuola media “Ruffo”, ma un cavillo normativo ha reso necessario un “supplemento” di spiegazioni da parte di alcune delle ditte partecipanti.

Ma andiamo con ordine.

Erano 7 le ditte partecipanti alla gara: “Cox costruzioni”, “Impresa edile F.lli Simone”, “L.V.M. costruzioni”, “Lavori in corso srl”, “LFM srl”, “Navarra Giacomo” e “Sud Service srl”. La somma dei punteggi derivanti dalla valutazione tecnica e da quella economica ha consentito di stilare una “classifica”, ma ben 4 delle 7 ditte sono andate in “anomalia tecnica” e dovranno quindi fornire ulteriori informazioni al RUP per poter poi procedere con l’aggiudicazione della gara e con il conseguente inizio dei lavori.

Di fatto un vincitore la gara già lo avrebbe, ma l’incidente dell’anomalia tecnica richiede appunto ulteriori approfondimenti da parte del RUP. In concreto: il punteggio finale nella valutazione delle offerte è dato in parte dalla valutazione tecnica (95%) e in parte dalla valutazione economica (5%). Nel momento in cui le offerte superano i 4 quinti nelle due valutazioni, vengono considerate in anomalia tecnica e si rende necessario un approfondimento da parte del RUP.

Nel nostro caso, dicevamo, ben 4 offerte sono andate in anomalia tecnica, con 2 che si sono avvicinate al 100% (l’ipotetico vincitore, infatti, si è fermato a 99,666%, con l’offerta che supera di poco i 500mila euro; il secondo classificato appena sotto il 96%, con l’offerta che sfiora i 500mila euro), per cui la Commissione di gara ha fatto le sue valutazioni e stilato una classifica ma, secondo alcuni criteri fissati dalle norme vigenti in materia, toccherà ora al Responsabile Unico del Procedimento procedere all’ulteriore approfondimento.

Ora le 4 imprese dovranno fornire al RUP informazioni a sostegno delle offerte fatte (si spera nel più breve tempo possibile, anche se normalmente si concedono 15 giorni), poi finalmente si potrà procedere con aggiudicazione della gara, affidamento e avvio dei lavori, con l’auspicio che la ditta affidataria possa tener fede ai tempi previsti dall’amministrazione, in modo da consentire il regolare avvio delle lezioni del nuovo anno scolastico per gli studenti della “Ruffo”.