fbpx

“Scuola senza zaino”, iniziati i lavori di ristrutturazione del plesso di via Gramsci

iniziati i lavori presso il plesso scolastico di via Gramsci per "Scuola senza zaino" (foto da comunicato stampa)
iniziati i lavori presso il plesso scolastico di via Gramsci per “Scuola senza zaino” (foto da comunicato stampa)

Lionetti: «a Cassano una scuola di eccellenza come poche in Italia».

Sono iniziati lunedì mattina i lavori di ristrutturazione all’interno del plesso scolastico di via Gramsci. L’intervento consentirà di ampliare il numero delle aule destinate alla “Scuola Senza Zaino”, l’innovativo progetto didattico destinato agli alunni della Scuola Primaria, avviato l’anno scorso dall’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo” e supportato con convinzione da questa amministrazione comunale fin dal suo insediamento.

Con l’avvio del nuovo anno scolastico, grazie al generoso contributo della Banca Popolare di Bari e alla lungimiranza del suo Presidente, dott. Iacobini, tutte le aule del plesso di via Gramsci saranno ampliate e rese funzionali al progetto.

Con fondi propri, l’amministrazione comunale ha già provveduto ad acquistare i nuovi arredi (tavoli, armadi, cassettiere, panchette ed altro), necessari ad arredare, sempre secondo i canoni di “senza zaino”, le quattro sezioni che accoglieranno i bambini di prima.

Prima dell’inizio del nuovo anno scolastico sarà consegnata al mondo della scuola un edificio in condizioni ideali per vivere, quotidianamente, il fondamentale tempo della crescita e dell’educazione secondo un modello formativo di avanguardia. In una parola una scuola di eccellenza come poche in Italia. Una promessa mantenuta.

«Amministrare – dichiara il sindaco Vito Lionetti – significa scegliere con responsabilità per il bene del paese. Scelte che si fanno più difficili quando le risorse a disposizione scarseggiano. Noi abbiamo deciso di dare priorità ad un intervento che non dura il tempo di una stagione, ma contribuisce a migliorare il futuro del nostro paese. Abbiamo deciso di investire nella scuola, nell’istruzione dei nostri figli. Per questo abbiamo dovuto rinunciare a qualche festicciola di piazza invertendo decisamente la direzione degli anni scorsi, rimediando così alle disattenzioni di una politica locale evidentemente presa da altro. Noi, invece, abbiamo deciso di dedicare tempo ed energie per trovare soluzioni idonee alle esigenze, fondamentali, di insegnanti, famiglie ed alunni. E siamo sicuri che si tratta di una scelta che quei cassanesi che hanno la testa e il cuore fissati sull’essenziale sapranno apprezzare».

«Solo per gli arredi abbiamo destinato oltre 10mila euro del nostro bilancio e con questo nuovo investimento, che segue quelli fatti nel corso dell’ultimo anno scolastico – conclude Lionetti –, unito alla competenza e alla passione della dirigente scolastica, delle maestre e dei maestri e del personale non docente dell’Istituto “Perotti-Ruffo”, la scuola cassanese prosegue nel suo cammino verso l’eccellenza assoluta. Un progetto di vita, di cui tutta la nostra comunità deve essere orgogliosa».