fbpx

Servizio di igiene urbana, le minoranze: «solamente Di Medio, Briano & Co non sentivano puzza di bruciato. Ora ne è piena Cassano»

i consiglieri di minoranza in Consiglio Comunale. In seconda fila Teodoro Santorsola e Amedeo Venezia (PrimaVera Cassano). In primo piano Rocco Lapadula e Linda Catucci (SìAMO Cassano) e Davide Del Re (Più Cassano)

dai consiglieri di minoranza Linda Catucci, Davide Del Re, Rocco Lapadula, Teodoro Santorsola, Amedeo Venezia

Vergogna, vergogna e vergogna! Non sono degni di amministrare una collettività onesta e operosa come quella di Cassano.

Li avevamo avvertiti quando dicevamo “attenti, stiamo cadendo dalla padella TRADECO alla brace ASV” in quanto era facilmente documentabile la grave insostenibilità economico-finanziaria dell’ASV. Bastava leggere su internet tutto quello che viene scritto a proposito dei servizi che ASV svolge nei Comuni.

Ma per loro ASV era affidabile, noi dell’opposizione i soliti rompiscatole!

E non hanno nemmeno puntato i piedi il 21 febbraio scorso quando già da allora ASV si dichiarava inadempiente rispetto all’obbligo contrattuale della messa a disposizione dei mezzi e delle attrezzature. Dal 22 febbraio l’ASV avrebbe dovuto pagare al Comune 1.000 euro per ciascun mezzo per ogni giorno di ritardo ovvero 16.000 euro al giorno fino alla concorrenza della misura massima pari al 10% (1.000.239,642 euro) del corrispettivo globale del Contratto (1.667.066,07 x 6 anni di attività= 10.002.396,42 euro), oltre penali per mancati servizi, fermi il risarcimento degli eventuali maggiori danni.

In pratica ASV avrebbe dovuto pagare al Comune di Cassano per il periodo 22 febbrao-21 marzo penali almeno pari a 448 mila euro ed invece, tutti insieme, ARO-Comune-DEC e Ditta rivedono il contratto e, contrattano con la ditta servizi aggiunti gratuiti per il Comune pari a 44.000 euro per tutta la durata dell’appalto. Ammettiamo che 44.000 € siano x 6 anni, a fronte di una penale di almeno 448 mila euro, i nostri amministratori svendono la propria collettività per 264.000 euro.

Vedasi Delibera di Giunta Municipale n° 26 del 15/03/2019 che trasmetteremo con le nostre analisi e con le nostre considerazioni alle A.G. competenti.

Ad oggi le penali dovute da ASV al nostro Comune sono solo per la mancata messa a disposizione dei mezzi almeno pari a 608.000 euro (da incrementare con le penali previste per la mancata effettuazione di servizi) fermi il risarcimento dei danni di immagine, di disagio e di inefficienza del servizio.

Per contratto, il nostro Comune, per il conseguimento dei crediti derivanti dall’applicazione delle penali è nella potestà, a propria insindacabile scelta, avvalersi, tramite  l’UNICAM, della cauzione prestata da ASV a garanzia della regolare e corretta esecuzione di tutte le obbligazioni, senza bisogno di diffida, ulteriore accertamento o procedimento giudiziario, ovvero è nella potestà di compensare il credito con quanto dovuto all’Impresa a qualsiasi titolo, quindi anche per i corrispettivi maturati.

Staremo a vedere! Una cosa è certa cari concittadini, l’introito delle penali abbasserà il costo del servizio di 608.000 euro che si ridurrà in un forte calo della Tassa Rifiuti per le famiglie e per le attività.

Ci auguriamo che ogni cittadino prenda coscienza di quanto sta accadendo ed inizi ad interessarsi direttamente di quanti danni l’amministrazione Di Medio sta causando.