fbpx

Shopping online nell’UE: cinque ragioni per sentirsi sicuri

Siamo sempre di più a comprare online. Scopri le cinque buone ragioni per sentirsi sicuri quando si fa shopping nell’UE.

Grazie all’applicazione del mercato unico digitale la vita dei consumatori online è più facile e più sicura.

Diritti chiave

Grazie alle leggi UE puoi fare acquisti di beni e servizi in ogni parte dell’UE. I commercianti online non possono più fare “geoblocking” e obbligarti a usare la versione locale del loro negozio, che potrebbe avere prezzi e prodotti diversi. È sempre il consumatore a scegliere in che sito e in quale versione del negozio comprare. Il regolamento che ha messo fine ai blocchi geografici ingiustificati è stato votato dal Parlamento europeo ed è entrato in vigore in tutta l’UE il 3 dicembre 2018.

Inoltre i commercianti devono segnalare tutti i costi sin dall’inizio – non ci devono essere sorprese al momento di effettuare l’ordine. Devono anche fornire informazioni chiare sul prezzo totale, che deve includere tutte le eventuali tasse. I costi aggiuntivi per servizi in più come la consegna rapida o l’assicurazione viaggi possono essere aggiunti al totale solo se attivamente selezionati dal consumatore. Non ci deve essere alcuna maggiorazione di prezzo se si utilizza una carta di credito o bancomat.

Il diritto di recesso o cancellazione

Si hanno sempre 14 giorni per restituire un ordine fatto online per qualsiasi ragione e ottenere il rimborso. Ci sono alcune eccezioni che riguardano biglietti aerei e ferroviari, biglietti per i concerti o prenotazioni negli alberghi. Il consumatore è tenuto ad avvisare il commerciante della volontà di cancellare l’ordine.

Si ha anche il diritto di annullare l’ordine e ricevere un rimborso, se il prodotto non viene consegnato entro la data stabilita o entro trenta giorni.

Garanzia di due anni gratuita

Tutti i beni acquistati nei paesi UE, in Islanda, in Liechtenstein e in Norvegia sono protetti da una garanzia di due anni. Le leggi nazionali possono offrire una protezione extra e anche il commerciante può offrire una garanzia aggiuntiva ma questa non sostituisce o riduce la garanzia di due anni. Se il prodotto acquistato viene danneggiato durante la consegna, è difettoso o differisce dalla descrizione, il commerciante è obbligato a ripararlo oppure sostituirlo gratis, o offrire uno sconto o un rimborso. La garanzia copre anche gli oggetti di seconda mano acquistati in un negozio, non quelli acquistati da privati.

Fonte: Parlamento europeo