fbpx

Sindaco per un giorno: verso il Consiglio Comunale dei Ragazzi in maniera divertente e alternativa

di Anita Malagrinò Mustica

stamattina, in sala consiliare, la manifestazione “Sindaco per un giorno”, lezione conclusiva del PON “Noi, insieme, in gruppo: dal CRA al Consiglio Comunale dei ragazzi”

Mercoledì 26 giugno 2019, a partire dalle ore 10:00, nella Sala Consiliare di piazza Rossani, si è tenuta una lezione aperta a conclusione dell’attività svolta dagli alunni dell’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo” di Cassano delle Murge, che hanno partecipato al PON “Noi, insieme, in gruppo: dal CRA al Consiglio Comunale dei ragazzi”.

L’acronimo “CRA” va ad indicare il Comitato dei Rappresentanti degli Alunni, che nasce nelle classi “Senza Zaino” per educare i ragazzi alla cittadinanza responsabile ed attiva. È formato da un componente eletto in ogni classe “Senza Zaino”.

«Questo PON» ha affermato Elisabetta Campanale «si proponeva l’obiettivo di fornire gli stimoli e le conoscenze per favorire il passaggio dal CRA al Consiglio comunale dei ragazzi, che sarà  costituito il prossimo anno scolastico.

Il percorso, durato 30 ore, ha coinvolto 34 alunni delle classi quarte e quinte della scuola primaria. È iniziato con la partecipazione alla prima parte di un Consiglio comunale cittadino, agli inizi di giugno, ed è proseguito con incontri con il Sindaco, Presidente del Consiglio comunale ed alcuni assessori in sala consiliare, dove i ragazzi hanno potuto interagire con tali figure istituzionali, che hanno spiegato loro più da vicino le proprie funzioni.

Successivamente è stata organizzata una visita presso gli uffici del Comune e  i ragazzi sono stati accolti nella stanza del Sindaco.

A scuola, poi, i ragazzi hanno appreso nuovi concetti, si sono confrontati, hanno sperimentato l’importanza di partire dal gruppo inteso come insieme coeso e collaborativo, in cui ciascuno, con una diversità di ruoli e di funzioni, costituisce un’importante risorsa.

Ogni incontro è iniziato con giochi di gruppo, volti ad educare alla coesione, alla collaborazione, al superamento dei conflitti.

l’intervento dell’insegnante Elisabetta Campanale, responsabile del PON “Noi, insieme, in gruppo: dal CRA al Consiglio Comunale dei ragazzi”

È stata quindi organizzata un’elezione preparatoria a quella vera e propria del CCR, che riguarderà tutta la popolazione scolastica, che ha portato all’elezione del Sindaco per un giorno.

Il PON ha rappresentato un’esperienza indimenticabile per gli alunni, che hanno fatto diretta esperienza dei valori di autonomia, responsabilità, ospitalità e comunità, che, con la Scuola Senza Zaino, cerchiamo di infondere costantemente nei nostri ragazzi».

Durante l’anno scolastico, i ragazzi, guidati dall’insegnante Elisabetta Campanale e dalla tutor Antonia Colangiulo, hanno quindi approfondito i temi della consapevolezza civica e dell’impegno condiviso.

I ragazzi hanno avuto la possibilità di dialogare con chi vive quotidianamente la Pubblica Amministrazione, avvalendosi del supporto della consigliera comunale Fracesca Marsico, docente all’IC “Perotti-Ruffo”, che li ha aiutati a realizzare una sorta di “identikit” del perfetto amministratore, per far emergere le caratteristiche che dovrebbe avere chi governa una città o uno Stato.

Durante la lezione conclusiva in Sala Consiliare, gli studenti hanno avuto la possibilità di confrontarsi con il Sindaco Maria Pia Di Medio, presentando il programma del PON a cui hanno partecipato.

Il Sindaco ha consegnato la fascia al neoeletto “Sindaco per un giorno” Mattia Tambone (classe 5ª E), che ha esposto il suo programma elettorale.

Il “Sindaco per un giorno”, dunque, ha presieduto una seduta straordinaria del Consiglio Comunale alla presenza del Sindaco e dei genitori.

Al termine della seduta, il Sindaco del Comune di Cassano ha invitato il “Sindaco” dei ragazzi a seguirlo negli uffici per vivere da vicino la vita da primo cittadino.

stamattina, in sala consiliare, la manifestazione “Sindaco per un giorno”, lezione conclusiva del PON “Noi, insieme, in gruppo: dal CRA al Consiglio Comunale dei ragazzi”