fbpx

Il sindaco revoca le deleghe assessorili a Miriam De Grandi

Miriam De Grandi, assessore alla Cultura del Comune di Cassano delle Murge (foto d'archivio)
Miriam De Grandi, assessore alla Cultura del Comune di Cassano delle Murge (foto d’archivio)

In data odierna, con un decreto sindacale (pubblicato sull’Albo Pretorio del Comune di Cassano delle Murge), il sindaco Vito Lionetti ha revocato le deleghe assessorili a Miriam De Grandi.

Alla De Grandi erano state conferite, in data 3 giugno 2014, le deleghe a politiche giovanili e partecipazione, sviluppo economico, sport, cultura e turismo.

La motivazione, si legge nell’atto, è dovuta al venir meno, irrimediabilmente, del rapporto fiduciario sotteso alla nomina.

Nel corso della prima seduta utile, il sindaco Lionetti darà contezza al Consiglio Comunale delle motivazioni che hanno portato a tale scelta. Motivazioni che, tuttavia, sono immaginabili, visto che l’ormai ex assessore De Grandi, insieme all’ex capogruppo di “Rinascita” Paparella, hanno contestato alcuni atti dell’Amministrazione Comunale, abbandonando il Consiglio Comunale e facendo in modo, così, di mandare deserte le sedute e di far venir meno la maggioranza, oltre che il numero legale.

Nel corso del Consiglio Comunale dello scorso 11 novembre, poi, c’è stato un aspro scambio di battute, in sede di comunicazioni, in cui la De Grandi ha cercato di spiegare le motivazioni che l’hanno portata ad abbandonare le sedute consiliari, mentre il sindaco ha replicato con toni duri e piccati.