fbpx

Solidarietà al tempo del Covid-19. Le iniziative del Club per l’UNESCO di Cassano

dal Club per l’UNESCO di Cassano delle Murge

Quelli che stiamo vivendo, per la forza dirompente dell’epidemia, sono tempi senza precedenti che richiedono segni concreti di solidarietà. La rete di solidarietà sociale è la vera leva per il successo contro il virus, contro la paura collettiva e l’avventatezza di chi crede che ci si possa salvare da soli.

“Nessuno deve essere lasciato indietro”.

In questa ottica, il Club per l’UNESCO di Cassano delle Murge, che da anni opera in campo culturale nel territorio, ha fornito alle istituzioni del territorio, con cui tradizionalmente interagisce per la crescita della comunità, un segno tangibile di sostegno destinando il 5×1000 per l’emergenza COVID-19.

Dopo aver effettuato una donazione alla Protezione Civile regionale, per concorrere, in questo momento particolarmente difficile, a sostenere il diritto all’istruzione e a favorire la continuità educativa, ha raccolto, con spirito di servizio, la richiesta di aiuto concreto, donando all’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo” tre tablet per l’apprendimento a distanza, da destinare a ragazzi che versano in condizioni di particolare indigenza economica.

Nella stessa ottica, si inserisce l’adesione del Club, con una donazione, all’iniziativa della Caritas, delle Comunità Ecclesiali di Cassano delle Murge, Santa Maria Assunta, Madonna delle Grazie e Santuario Santa Maria degli Angeli, con il patrocinio del Comune di Cassano delle Murge, denominata il “Carrello della Carità“, nata con la finalità di garantire beni di prima necessità a persone che versano in difficoltà.

Coerentemente con i principi sanciti dall’articolo 14 della Dichiarazione Universale sulla Bioetica e i Diritti Umani (approvata dalla Conferenza Generale dell’Unesco nel 2005) secondo cui: “il godimento del più alto standard possibile di salute è uno dei diritti fondamentali di ogni essere umano, senza distinzioni di razza, religione, credo politico, condizione economica e sociale” e nella consapevolezza che: “il diritto alla salute può essere garantito solo attraverso il dovere alla nostra salute e a quella degli altri affermando la responsabilità di ognuno nel rispettare le misure preventive al fine di ostacolare la diffusione del contagio“, il Club per l’Unesco di Cassano, per sensibilizzare la comunità locale all’importanza dell’uso dei dispositivi di protezione individuale, ha donato alla Caritas 500 mascherine che verranno distribuite alle famiglie più indigenti. Si confida, naturalmente, nel corretto smaltimento delle stesse a tutela dell’ambiente che, non deve dimenticarsi, è nostro insostituibile alleato in questa battaglia.

In tempi di crisi, il Club per l’Unesco di Cassano è presente per contribuire al raggiungimento degli Obiettivi dell’Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile e, nello spirito di servizio, ha promosso queste azioni solidali a sostegno dell’emergenza COVID-19 convinto che esse possono aiutare a costruire comunità più resilienti.