fbpx

Strade e manutenzioni: «gli strani atti dell’Amministrazione. Nessuno deve sapere!». Le minoranze presentano un’interpellanza

dai gruppi di minoranza in Consiglio Comunale

i consiglieri di minoranza in Consiglio Comunale. In seconda fila Teodoro Santorsola e Amedeo Venezia (PrimaVera Cassano). In primo piano Rocco Lapadula e Linda Catucci (SìAMO Cassano) e Davide Del Re (Più Cassano)

Di Medio: nessuna trasparenza, nessuna programmazione.

Chi stabilisce come spendere i soldi dei cassanesi; le priorità per riparare le strade e altri lavori in città?

La risposta è: qualche dipendente del Comune!

Ma la Giunta che fa? Non decide nulla? NO!

E il Consiglio Comunale non viene coinvolto? Neppure, totalmente esautorato!

Si dispone di spendere altri 115.000,00 euro che interesserebbero le famose “rotatorie” (eterno cantiere, un’opera stravolta per garantire un marciapiede più largo a un bar e parcheggi a qualche commerciante) e che servirebbero, inoltre, per dei lavori – non meglio definiti – relativi anche a Via Pellerano (dove, peraltro, si prevede di spendere ulteriori 200.000 euro per altre opere).

Ma di che lavori si tratta? Non è assolutamente chiaro!

E i progetti non si usa più farli? E la pubblicità? Il Programma Triennale? E Le autorizzazioni? Nulla di tutto ciò…

Viene fatto tutto di fretta, guarda caso proprio il 28 dicembre senza alcuna programmazione e pubblicizzazione.

La Trasparenza e la condivisione delle scelte evidentemente non appartengono a tutti gli amministratori. Emerge sempre più chiaramente: sono pochissimi gli amministratori che decidono per tutti i dodici di maggioranza.

Scarica l’interpellanza.