fbpx

Sviluppa la tua idea imprenditoriale: nessun premio per il Leonardo-Platone alle finali di Roma, ma grande soddisfazione per i risultati raggiunti

progetto-phoenixLo scorso 30 maggio, i ragazzi del Liceo Scientifico-Classico “Leonardo-Platone” di Cassano delle Murge sono stati premiati, a Bari, nell’ambito del concorso “Sviluppa la tua idea imprenditoriale“, promosso dal Consorzio PattiChiari in collaborazione con le banche tutor, che aveva l’obiettivo di introdurre i giovani degli ultimi anni delle scuole secondarie di secondo grado ai temi dell’economia e della banca, attraverso la realizzazione di un business plan per la creazione di un’impresa.

Gli alunni dell’allora IV D, V nel nuovo anno scolastico, guidati dalla prof.ssa Irene Cavalli vinsero il primo premio con il progetto “Phoenix”, imponendosi su altri 17 progetti in gara da tutta la regione.

Il progetto, premiato al multisala Galleria di Bari, alla presenza di Saverio Mattia (responsabile Staff Pricing e Pianificazione Commerciale), Laura Ranca (Consorzio PattiChiari), Antonio Buonvino (Staff Priceng e Pianificazione Commerciale) e Raffaele Avantaggiato (Direttore generale di Banca Carime), consiste nel recupero della cenere da case o attività commerciali (pizzerie, panetterie, ecc.) e la sua successiva depurazione dalle scorie per permetterne l’uso come fertilizzante. Ecco il video del progetto dal sito economiascuola.it.

la V D alle finali nazionali di "Sviluppa la tua idea imprenditoriale" (foto da www.liceocassano.it)
la V D alle finali nazionali di “Sviluppa la tua idea imprenditoriale” (foto da www.liceocassano.it)

Lo scorso 4 ottobre, con lo stesso progetto, i ragazzi hanno partecipato alle finali del concorso “Sviluppa la tua idea imprenditoriale”, tenutasi a Roma. Purtroppo i liceali cassanesi non sono riusciti a portare a casa alcun premio ma, scrive Leonardo Ostuni sul sito ufficiale del Liceo “Leonardo-Platone”, «la partecipazione dei ragazzi di Cassano è già da considerarsi una vittoria, in quanto nessuno mai si sarebbe aspettato una loro qualificazione alla fase finale (90 progetti presentati, solo 16 finalisti)».

«L’amarezza c’è», aggiunge Ostuni, «ma non è possibile cancellare quell’impegno e quella determinazione che gli alunni del “Leonardo”, coordinati dalla professoressa Cavalli, hanno messo in mostra sin dal primo giorno di preparazione di questo progetto; infatti, come è stato ribadito più volte durante la premiazione a Roma, i veri vincitori sono tutti i ragazzi che in qualche modo hanno contribuito a presentare queste idee per il futuro».