fbpx

Teknoservice al fianco delle imprese per la sanificazione. Attivo il numero verde per chiedere un sopralluogo tecnico gratuito

di Tommaso Forteufficio stampa Teknoservice

L’Italia riparte con prudenza e gradualità per evitare la ripresa dei contagi. Riaprono i cantieri pubblici e le aziende votate all’export, ma la vera fase 2 scatterà il 4 maggio, con maggiore libertà di movimento nel rispetto dei protocolli di sicurezza. Solo allora riaprirà la maggior parte delle attività produttive, ma i negozi dovranno attendere il 18 maggio, parrucchieri ed estetisti l’inizio di giugno.

È fatto salvo l’obbligo di sanificare gli ambienti, nel rispetto dei decreti ministeriali, sia per le aziende che per i condomini e le attività commerciali in genere. Tale attività è disciplinata dal Decreto Legislativo 82/94 e dal Decreto Ministeriale 274/97 è dunque necessario avvalersi di imprese specializzate in possesso dei requisiti tecnici richiesti dalla legge che possano rilasciare certificazioni degli interventi eseguiti.

«La società Teknoservice – spiega Giulia Dicembre, team manager della Teknoservice – effettua regolarmente attività di sanificazione antimicrobica, virucida e battericida nel rispetto delle disposizioni del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo 2020, misure preventive anti-contagio Covid-19 e dalla circolare del Ministero della Salute N. 5443 del 22 febbraio 2020, nonché dal documento tecnico dell’Inail sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione. La società già attiva nel settore dell’igiene urbana scende in campo per affiancare tutte le realtà produttive nelle attività di tutela ambientale e nella prevenzione del Covid-19».

E ancora. «L’attività di sanificazione è effettuata con l’uso dei prodotti autorizzati dall’Istituto Superiore della Sanità, nonché con l’ozono attraverso l’uso di sofisticate tecnologie, riconosciuto dal Ministero della Sanità (Prot. N. 24482 del 31 luglio 1996) quale presidio naturale per la sterilizzazione degli ambienti contaminati da batteri, virus, spore ed infestanti da acari e insetti. Il suo utilizzo inattiva la carica batterica e virulenta dei microrganismi, oltre a debellare muffe, germi, acari dannosi per l’ambiente. L’area oggetto di sanificazione con l’ozono potrà essere fruibile dopo due ore dall’intervento, la sua efficacia arriva al 99,9%, non lascia residui negli ambienti. Infine, attraverso il numero verde 800 615622 è possibile chiedere un sopralluogo tecnico e avere ragguagli operativi sugli interventi di sanificazione».

Il Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020, (il cosiddetto Decreto Cura Italia), introduce il credito d’imposta in misura pari al 50% delle spese effettuate per la sanificazione, con un limite massimo di 20.000 euro per ciascun soggetto richiedente.