il percorso “Sara.11/b” dell’escursione di domenica 10 febbraio (foto Trekking Cassano)

La passione e l’amore per la natura e il nostro splendido territorio sono più forti anche della pioggia che, racconta Nicola Diomede, coordinatore del gruppo Trekking Cassano, «domenica ci ha accompagnati per un po’ sui tratturi della transumanza».

I trekkers che hanno “osato” sfidare la pioggia, continua Diomede, sono stati premiati da «una tersa mattinata sbocciata come primavera, con sole e scorci di montagne innevate».

Per domenica prossima, 10 febbraio, l’augurio è che il meteo sia più clemente sin da subito, poiché il gruppo Trekking Cassano, in compagnia del CAT di Bari, sarà in esplorazione in un’altra bella area boschiva, Monte Cucco nel territorio di Grumo, un rimboschimento di conifere che ingloba querceti con esemplari plurisecolari, «per rivivere le antiche sensazioni di attraversare i vasti e folti boschi murgiani del passato.

Quest’area – spiega Diomede – prende il nome da Monte Cucco, nome forse troppo ambizioso per i suoi 428 metri e confina con altri boschi di querce come “La Resega” a nord-est ed “Il Rosario” a nord-ovest, mentre a sud è separato dalla foresta Mercadante solo dalla strada provinciale SP18, la Cassano-Altamura».

Il percorso in programma è di circa 8 km (difficoltà E, Escursionisti) ed è un po’ impegnativo con alcune brevi salite: segue piste sterrate e sentieri erbosi, con partenza dall’ingresso in foresta Mercadante di Contrada Visceglie-Murgia Monsignore, per poi immergersi nella pineta rasentando i ruderi delle masserie Gravattale e Scippa.

L’appuntamento è sempre per le 8:00 presso il Liceo Scientifico a Cassano, equipaggiati con scarponcini da trekking e bastoncino, per il successivo trasferimento nell’area di sosta per la partenza a piedi.

Il termine escursione e il rientro sono previsti per le 13:00 circa.

 

Tags: , , , , , , , ,