fbpx

Tumori: l’uomo e il suo ambiente. Quale prevenzione?

da Legambiente Cassano delle Murge

Sabato 30 marzo 2019 dalle 8.30 alle 18.30

Sala Conferenze – IRCCS Istituto Tumori “Giovanni Paolo II” – Bari

Non si può guardare il Mondo dal buco della serratura”, con questa frase suggerita dall’amico, Giancarlo Ugazio, professore emerito di Patologia generale presso l’Università di Torino, è iniziato il nostro viaggio tra i rischi ambientali quotidiani di cui l’Uomo si è circondato più o meno consapevolmente. Da qui il titolo del Convegno che, partito volontaristicamente dal basso, si propone di trattare i molti problemi di patologia ambientale, in modo genuino ed efficace, per poter conseguire la Salute ambientale della Collettività.

In questa prospettiva si vuole valorizzare il concetto di Salute come bene comune attraverso un dialogo interdisciplinare in cui gli interlocutori, di volta in volta in gioco, sono diversi per formazione e per compiti: medici, farmacisti, ricercatori, docenti, psicologi ma anche artisti e cittadini della società civile organizzata per parlare della persona nel suo insieme.

A fare da cornice alle quattro sessioni di lavoro, cortometraggi sulla Bellezza del nostro Territorio ma anche sul complesso rapporto dell’Uomo con la Natura, escursioni sonore a cura del collettivo “Equilibrium” costituito da operatori dell’Istituto Tumori, e la presenza, nella stessa sala conferenze, di una mostra fotografica sui fondali marini pugliesi del fotografo-artista Nico Nardomarino da sempre sensibile a queste tematiche.

L’assise scientifica e divulgativa si propone, dunque, di approfondire la correlazione tra le condizioni ambientali e l’insorgenza di tumori, considerando le diverse fonti di inquinamento ambientale ma anche stili di vita non corretti: l’assunzione di sostanze cancerogene attraverso l’alimentazione, attraverso l’esposizione all’inquinamento atmosferico, all’amianto, alle radiazioni ionizzanti e non ionizzanti, nonché il ruolo di grandi impianti a rischio, quali acciaierie, centrali a carbone e inceneritori.

Una giornata tra Ambiente e Salute a cui prenderanno parte le Oncologie e il Servizio di Psiconcologia del nostro Istituto Tumori “Giovanni Paolo II”, referenti regionali, ricercatori e docenti dell’Università di Bari e importanti associazioni che operano attivamente sul territorio con la consapevolezza di avere tra i propri obiettivi fondanti quello di sensibilizzare le coscienze: ISDE – Associazione Medici per l’Ambiente e Legambiente Puglia.

Il Meeting si concluderà con la sessione dedicata alla scoperta della “Green Society”, parola chiave capace non solo di suscitare speranza nelle nuove generazioni ma suggerire approcci corretti per innescare quei meccanismi virtuosi in grado di realizzare benefici sanitari, sociali, economici ed ambientali, compiendo il principio di sostenibilità.

Il rapporto con l’Ambiente è una delle condizioni fondamentali dello stato di salute della popolazione umana per cui la Tutela dell’ambiente ha la massima importanza per la qualità della nostra Vita!