fbpx

«Un bambino, un libro un insegnante e una penna possono cambiare il mondo»

il sindaco di Cassano delle Murge, Vito Lionetti (foto d'archivio scattata da Annarita Mastroserio)
il sindaco di Cassano delle Murge, Vito Lionetti (foto d’archivio scattata da Annarita Mastroserio)

Così scrive Malala Yousafzai la giovanissima attivista pachistana per i diritti civili, premio Nobel per la Pace, che per difendere il diritto all’istruzione di tutti nel suo Paese ha rischiato la propria vita.

Il Diritto all’Istruzione. Quello più prezioso tra tutti gli altri, che se nel nostro Paese appare quasi scontato, in altre parti del Mondo bisogna battersi per conquistarlo.

Il più prezioso perché è nelle aule scolastiche che ognuno di noi costruisce il proprio futuro e l’identità di una comunità.

È nelle aule scolastiche che si imparano le regole del vivere, crescere e progredire tutti insieme.

È nelle aule scolastiche che si apprende il patrimonio culturale e storico che ci viene trasmesso da coloro che erano prima di noi. E da queste radici si sviluppano e salgono al cielo i rami delle nuove conoscenze, che ci permettono nuove conquiste.

È nelle aule scolastiche che si trasmettono i valori fondamentali della democrazia, senza i quali è impossibile assicurare un futuro democratico al nostro Paese.

È nelle aule scolastiche che si pratica concretamente l’integrazione e l’accoglienza.

Il nostro Paese per la sua posizione centrale nel Mediterraneo è diventato una sponda per tante popolazioni che sfuggono dalla miseria e dalla guerra.

Le cronache di questi giorni ci rimandano notizie drammatiche di un vero e proprio esodo, che a volte, per come viene raccontato incute paura, facendo emergere teorie egoistiche e di chiusura verso chi cerca un futuro migliore.

Ed ecco ancora una volta il ruolo della scuola che educa al rispetto delle diverse culture.

Un lavoro faticoso, complesso che pesa sul personale scolastico, che spesso non viene riconosciuto e giustamente valorizzato.

Tuttavia, ogni giorno c’è chi varca il portone di una scuola e assicura con dedizione e professionalità tutto questo.

Con questa consapevolezza auguro un buon anno scolastico a tutto il personale del nostro Istituto Comprensivo Perotti – Ruffo, della Scuola per l’Infanzia Regina Elena, dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Leonardo Da Vinci” e di tutte le Scuole Paritarie.

Un augurio alle Dirigenti, a tutti gli insegnanti, ai direttori amministrativi, alle educatrici e al personale tecnico ed ausiliario, che sapranno, ognuno nel proprio ruolo, raggiungere traguardi sempre più avanzati.

Un augurio agli studenti e alle loro famiglie affinché la fatica di questo nuovo anno scolastico venga ripagata da un arricchimento del proprio bagaglio etico, culturale ed intellettuale.